Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

“Redazioni dei media occidentali vietano ai giornalisti di recarsi in Crimea”

© Sputnik . Vladimir Sergeev / Vai alla galleria fotograficaCrimea
Crimea - Sputnik Italia
Seguici su
Le redazioni dei media occidentali vietano appositamente ai propri corrispondenti di recarsi in Crimea, dal momento che i giornalisti per la loro professionalità non potrebbero tacere sulla vera situazione nella penisola, ha dichiarato la rappresentante ufficiale del ministero degli Esteri russo Maria Zakharova.

Ad Alushta è iniziato il primo forum di "Crimea aperta: con i propri occhi", in cui partecipano i rappresentanti delle autorità della Crimea, i deputati della Duma e i senatori del Consiglio della Federazione, la portavoce del ministero degli Esteri russo, esperti e giornalisti provenienti da Russia e dall'estero.

Il forum si svolge con il supporto dell'imprenditore ed editore dei quotidiani britannici Independent e London Evening Standard Alexander Lebedev.

"I corrispondenti esteri sono gente che pensa e con esperienza. Il problema è che le loro redazioni proibiscono di recarsi in alcune regioni russe. Questo è vero non solo per la Crimea, ma la Crimea è l'esempio più evidente", — ha detto la Zakharova nel corso della manifestazione.

La Zakharova ha ancora una volta osservato che in caso di arrivo nella penisola di rappresentanti dei media occidentali, un giornalista serio non potrebbe tacere la verità sulla situazione reale in Crimea.

Proprio per questo motivo la linea editoriale dei media occidentali presuppone il divieto di viaggio nella penisola.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала