Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a
 - Sputnik Italia
La situazione in Afghanistan
Dopo la presa di potere da parte dei talebani il futuro appare incerto per l'Afghanistan. Le forze militari guidate dagli USA si sono ritirate dal paese dopo 20 anni. Mentre alcune nazioni continuano a evacuare i loro cittadini, il paese dell'Asia centrale vive una crisi politica e umanitaria.

Putin accusa Stato Islamico di voler destabilizzare la Russia meridionale

© Sputnik . Alexey Druzhinin / Vai alla galleria fotograficaIl presidente russo Vladimir Putin
Il presidente russo Vladimir Putin - Sputnik Italia
Seguici su
Il presidente russo Vladimir Putin ad una riunione dei leader dell’Organizzazione per la Cooperazione di Shanghai ha dichiarato che lo “Stato Islamico” sta pianificando di destabilizzare le regioni meridionali della Russia e le regioni dell’Asia Centrale.

In relazione a questo il presidente ha esortato i colleghi alla riunione di rafforzare la collaborazione dei servizi speciali dei paesi membri dell'organizzazione "attraverso una struttura anti-terroristica regionale".

"Non possono non destare preoccupazione i tentativi dei terroristi in Afghanistan di diffondere le loro attività criminose nei nostri Paesi. Nei Paesi dell'organizzazione agiscono delle cellule terroristiche di guerriglieri dello Stato Islamico, è stato scoperto durante le indagini sull'attentato terroristico a San Pietroburgo" ha sottolineato Putin.

All'inizio di maggio il capo dello stato, commentando l'attacco alla metro di San Pietroburgo, ha dichiarato che tutti i paesi della Comunità degli Stati Indipendenti sono a rischio di attentati. Ha anche constatato che la situazione del terrorismo internazionale non migliora.

Il 3 aprile in un treno della metropolitana di San Pietroburgo, tra le stazioni "Sennaya Ploshchad" e Tekhnologichesky Institut, è esploso un ordigno esplosivo uccidendo 14 persone e ferendone 50. Un altra esplosione nella stazione "Ploshchad Vosstaniya" è stata evitata. È stato aperto un procedimento penale secondo l'articolo "atto terroristico". Secondo il comitato di investigazione della Russia la bomba potrebbe essere stata innescata da un ventiduenne di origine kirghisa, Akbarzhon Jalilov, il quale aveva ricevuto la cittadinanza russa.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала