Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Da Vladivostok partita spedizione verso l'isola di Matua, nell'arcipelago delle Curili

© Sputnik . Sergey Krivosheyev / Vai alla galleria fotograficaLe isole Curili
Le isole Curili - Sputnik Italia
Seguici su
La spedizione verso l'isola di Matua, situata nell'arcipelago delle Curili, è partita da Vladivostok guidata dal vice comandante della Flotta del Pacifico, il vice ammiraglio Andrey Ryabukhin. Lo ha dichiarato ai giornalisti il direttore dell'ufficio stampa della Flotta del Pacifico Vladimir Matveev.

"Il gruppo di navi della Flotta del Pacifico, costituito dalla grande nave d'assalto anfibio "Ammiraglio Nevel", la nave di supporto Kil-168 e il rimorchiatore" SB-522 "con a bordo i marinai della Flotta del Pacifico e i rappresentanti della Società Geografica Russa, ha lasciato Vladivostok iin direzione del porto di Korsakov. A Sakhalin si unirà a loro un gruppo della Societa Geografica Russa locale, dopodichè la spedizione navigherà in direzione dell'isola di Matua," — ha detto Matveev.

Secondo lui, a bordo della squadriglia ci sono 100 persone e più di 30 equipaggiamenti di vario genere. Dopo lo sbarco sull'isola i partecipanti della spedizione alloggeranno in una base appositamente preparata.

Matveev ha ricordato che la spedizione scientifica di quest'anno si è allargata notevolmente. Sull'isola di Matua opereranno diverse squadre di idrogeologi, vulcanologi, idrobiologi, geologi, ricercatori e archeologi provenienti da Vladivostok, Mosca, Kamchatka e Sakhalin.

Dal 2016 la Società Geografica Russa in collaborazione con il ministero della Difesa e la Flotta russa del Pacifico lavora sul patrimonio storico, culturale e naturale dell'isola di Matua dell'arcipelago delle Curili. La prima spedizione con ricerche e studi approfonditi si era svolta da maggio a luglio dello scorso anno. Allora gli esperti avevano condotto oltre mille test di laboratorio su paramentri fisico-chimici e biologici e fatto più di 200 rilevazioni dell'ambiente. Inoltre era stata svolta una ricognizione ai raggi x e chimica di 120 chilometri del percorso, erano state esaminate le fortificazioni dell'isola e più di 100 siti storici. I subacquei avevano raccolto dati per gli studi idrografici nelle insenature dell'isola.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала