Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ambasciatore UE si accusa economia russa di protezionismo

© Sputnik . Vladimir Sergeev / Vai alla galleria fotograficaBandiere della Russia, UE e Francia.
Bandiere della Russia, UE e Francia. - Sputnik Italia
Seguici su
L’ambasciatore dell’UE in Russia Vygaudas Ušackas ha accusato la Russia di protezionismo e di isolamento della propria economia dall’export mondiale, ma ha sottolineato anche l'interdipendenza dell'unione Europea con la Russia.

"Putroppo invece di costruire una cooperazione su valori comuni, sull'integrazione economica, sul libero mercato e sulla modernizzazione della società adesso ci troviamo nella situazione di dover risolvere una crisi. Il problema è che l'Ucraina si trova al centro di un conflitto. L'Unione Europea e la Russia rimangono interdipendenti per delle relazioni multilaterali" ha detto il diplomatico alla terza conferenza internazionale "Russia e Cina: verso una nuova qualità delle relazioni bilaterali".

"La Russia adotta misure protezionistiche come priorità. Da poco ha adottato una ampia serie di misure che influenzano tutti i settori economici principali, distorcendo la parità di accesso al mercato. Sembra che la Russia voglia isolare la propria economia dal commercio globale invece di integrarsi in una catena di approvvigionamento" ha dichiarato Ušackas aggiungendo che l'UE è "il più grande partner commerciale" della Russia che comprende "il 46% del commercio estero della russia".

Con questo Ušackas ha osservato che il commercio tra UE e Russia è in crescita rispetto al 2016 e che dunque l'UE "ha ancora più bisogno di cooperare con la Russia".

Le relazioni tra la Russia e l'Occidente sono peggiorate a causa della situazione in Crimea e in Ucraina. Alla fine di luglio 2014 l'UE e gli Stati Uniti hanno imposto delle sanzioni prima contro privati e aziende e successivamente contro interi settori dell'economia russa. In risposta la Russia ha imposto un embargo sui prodotti dei paesi che hanno imposto le sanzioni: USA, paesi membri dell'UE, Canada, Australia e Norvegia.

Bandiera della Cina - Sputnik Italia
Segretario ONU parla dei vantaggi della Via della Seta cinese per l'economia globale
Mosca ha diverse volte definito assurdo collegare le sanzioni alla realizzazione degli accordi di Minsk per l'Ucraina, perché la Russia non partecopa al conflitto e non è soggetto degli accordi di pace. Mosca ha anche dichiarato che usare lo strumento delle sanzioni contro la Russia è controproducente.

I partner della conferenza "Russia e Cina: verso una nuova qualità delle relazioni bilaterali" quest'anno sono stati PAO "Transneft", PAO "Rosseti" e la Fondazione delle infrastrutture e dei programmi educativi. Inoltre la conferenza si svolge con il sostegno del governo della Russia, del Ministero degli affari esteri e dell'ambasciata cinese in Russia. Hanno partecipato inoltre alla conferenza l'agenzia RIA Novosti e l'agenzia di stampa e radio Sputnik del gruppo mediatico "Rossiya Segodnya". La conferenza è stata organizzata dal Consiglio russo per gli affari internazionali.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала