Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

FT: UE teme afflusso di lavoratori migranti ucraini dopo introduzione regime senza visto

© Fotolia / OlgafrancePassaporto ucraino
Passaporto ucraino - Sputnik Italia
Seguici su
Dopo l’introduzione del regime senza visto con l’Ucraina diversi paesi europei temono di vedere un afflusso di lavoratori migranti ucraini non solo verso la Polonia comunica il Financial Times.

Come sostiene la testata potrebbe essere il più grande movimento migratorio in Europa, dall'Ucraina alla Polonia. Con questo gli stessi ucraini in cerca di lavoro all'estero dicono che il principale vantaggio di lavorare in Polonia per loro sono i guadagni: gli stipendi europei sono molto più alti rispetto a quelli del loro paese d'origine.

"In Ucraina c'è la crisi e i prezzi aumentano. Ognuno è alla ricerca del posto dove pagano di più" ha dichiarato uno degli ucraini il quale regolarmente viaggia in Polonia per lavorare.

L'afflusso di immigrati ucraini pare essere vantaggioso per le autorità polacche.

"Tuttavia i paesi dell'Europa occidentale temono che il regime senza visto possa aumentare il flusso migratorio non solo verso la Polonia" scrive il Financial Times. L'autore dell'articolo osserva che Varsavia a differenze degli altri paesi europei ha parzialmente aperto il suo mercato del lavoro agli immigrati ucraini.

Come scrive il Financial Times nello scorso anno circa 1,3 milioni di ucraini sono emigrati in Polonia con un permesso temporaneo di lavoro, mentre 116mila cittadini dell'Ucraina hanno ricevuto il permesso di lavoro a lungo termine. Con questo entrambi gli indicatori sono aumentati di 6 volte dal 2013.

Bandiera della Polonia - Sputnik Italia
Polonia, ministro Esteri: ogni anno emettiamo più di un milione di visti agli ucraini
Le autorità polacche usano l'afflusso dei migranti dall'Ucraina per respingere le critiche di Bruxelles per il rifiuto di partecipare alla ridistribuzione delle quote per i rifugiati dal Medio Oriente.

"A differenza dei siriani, la maggior parte dei migranti ucraini non sono rifugiati che fuggono dalla guerra nella parte orientale del paese" sottoscrive l'autore del materiale.

Allo stesso tempo alcuni datori di lavoro polacchi temono che l'abolizione dei visti con i paesi dell'UE per i cittadini dell'Ucraina spingerà questi ultimi a cercare salari più alti nei paesi occidentali del continente.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала