Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Mogherini: controversie nell'UE per il finanziamento delle forze di reazione rapida

© AFP 2021 / JOHN THYSEU foreign policy chief Federica Mogherini
EU foreign policy chief Federica Mogherini - Sputnik Italia
Seguici su
Tra i paesi membri dell'Unione Europea non c'è consenso sulla questione del finanziamento ai "gruppi di combattimento", le unità delle forze di reazione rapida dell'Unione Europea.

Lo ha riferito il capo della diplomazia europea Federica Mogherini. 

"Si tratta di una revisione del meccanismo di finanziamento delle unità tattiche. Gli ostacoli non sono ancora stati superati, ma è stato constato che tra i paesi membri c'è una chiara volontà politica di andare avanti in questa direzione", ha detto Mogherini ai giornalisti a Bruxelles, riferendosi all'impegno sui "gruppi di combattimento" in caso di necessità, per garantire la sicurezza alle frontiere dell'Unione Europea e nei paesi dell'Unione Europea.

I cosiddetti "gruppi di combattimento" sono le forze di reazione rapida e contano truppe con battaglioni da 1500 soldati circa, per ogni unità. Il livello operativo completo dei "gruppi di combattimento" è stato raggiunto all'inizio del 2007. Come affermato in precedenza da Mogherini, questo gruppo, sin dalla creazione nel 2004, non è stato coinvolto nell'ambito dell'attuazione della politica europea per la sicurezza e difesa, per l'assenza di volontà politica. A suo parere, l'utilizzo di "gruppi di combattimento" può diventare un contributo, non solo per la sicurezza europea, ma anche per la sicurezza dei paesi vicini.

L'Unione Europea attualmente svolge, nell'ambito della politica europea per la sicurezza e difesa, 17 diverse missioni, militari e civil.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала