Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

NYT: l'ex-consigliere di Trump è stato invitato a testimoniare sulla "pista russa"

The FBI’s increased focus on surveilling the Internet has officials worried they've created a bureau of couch potatoes, so for the first time in 16 years, they're bringing back the fitness test, the New York Times reports.
The FBI’s increased focus on surveilling the Internet has officials worried they've created a bureau of couch potatoes, so for the first time in 16 years, they're bringing back the fitness test, the New York Times reports. - Sputnik Italia
Seguici su
La commissione dell'intelligence della camera dei rappresentanti USA si è rivolta all'ex-consigliere di Donald Trump, Michael Caputo, con la richiesta di fornire i documenti relativi all'indagine "sull'interferenza della Russia" nelle elezioni presidenziali americane del 2016.

Lo scrive il NYT, secondo cui la richiesta a Caputo è stata inviata il 9 maggio. Nella lettera il comitato ha richiesto "di fornire i documenti e gli altri materiali, di partecipare in modo volontario alla conversazione". A Caputo hanno chiesto di fornire "tutti i documenti, i rapporti, le informazioni in formato elettronico, posta elettronica, registrazioni, dati, oggetti materiali", che potrebbero essere presi in considerazione nelle indagini. Il comitato aveva intenzione di discutere con Caputo una serie di questioni, in particolare, "gli attacchi informatici russi diretti contro le elezioni presidenziali USA nel 2016, i potenziali legami con la Russia dei membri campagne politiche", ma anche "la fuga di informazioni classificate", scrive il quotidiano.

Caputo ha negato categoricamente eventuali legami tra lui o i suoi colleghi con rappresentanti russi e ha accusato il comitato di diffamazione. "In quel periodo non ho avuto nessun contatto con i funzionari e dipendenti russi" scrive il quotidiano citando Caputo, che sostiene, inoltre, che durante il suo lavoro alla sede di Trump, da novembre 2015 a giugno 2016, non ha mai discusso della Russia, "nemmeno con Trump".

Secondo il giornale, Michael Caputo nel 1990 ha lavorato in Russia e conosciuto alcuni funzionari russi, e all'inizio degli anni 2000 ha collaborato con la Gazprom media.

In precedenza, i servizi segreti americani hanno accusato la Russia di aver violato dei computer del Comitato Nazionale del partito democratico USA. Su questa base, sono giunti alla conclusione di "intervento in elezioni". Un'indagine è in corso all'FBI e in entrambe le camere del congresso. La Russia ha ripetutamente smentito queste accuse, il portavoce del presidente russo Dmitry Peskov le ha definite "assolutamente infondate".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала