Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

NATO: sottomarini russi una minaccia per l'Atlantico

© REUTERS / Ints KalninsA German soldier holds NATO flag during a ceremony to welcome the German battalion being deployed to Lithuania as part of NATO deterrence measures against Russia in Rukla
A German soldier holds NATO flag during a ceremony to welcome the German battalion being deployed to Lithuania as part of NATO deterrence measures against Russia in Rukla - Sputnik Italia
Seguici su
La NATO potrebbe ripristinare un comando nell'Atlantico per contrastare la Russia, riferisce il Wall Street Journal citando funzionari dell'organizzazione.

Secondo il giornale, questa settimana a Bruxelles il piano verrà proposto ai generali dei paesi dell'alleanza. La struttura della NATO può essere modificata entro febbraio 2018.

"Dobbiamo prendere in considerazione le potenziali minacce su tutti i fronti, compreso nel Nord Atlantico e Artico" ha commentato il presidente del comitato NATO, Petr Pavel. Gli esperti militari ritengono che ora la capacità della NATO di monitoraggio nella regione sia diminuita e la flotta russa subacquea è in grado di agire nell'Artico e Atlantico del Nord discretamente, scrive il giornale.

Gli analisti del centro per la sicurezza americana, in un rapporto per il segretario generale della NATO, Jens Stoltenberg, hanno dichiarato che in caso di conflitto i sottomarini russi possono "interrompere le esercitazioni dell'alleanza, attaccare navi da trasporto militare americane e  tagliare il cavo sottomarino tra l'Islanda e Canada, interrompendo il sistema globale di comunicazione".

Il comando supremo delle forze armate NATO nell'Atlantico è esistito dal 1952 al 2003. Nella sua area di responsabilità facevano parte le acque dal polo Nord fino al tropico del Cancro, dal Nord America all'Africa e Europa, ad eccezione della Manica e isole Canarie. Nel caso di un confronto militare doveva garantire la sicurezza dei corridoi marini per il trasporto di truppe di rinforzo americane in Europa.

Negli ultimi anni, la NATO sta concentrando le sue forze armate ai confini della Russia, con il pretesto di un' "aggressione" russa. A Mosca hanno più volte sottolineato che la Russia non attaccherà  nessuno dei paesi dell'alleanza. Il ministro degli Esteri Serghey Lavrov ha sottolineato che alla NATO lo sanno, ma vogliono un pretesto per dispiegare più truppe ai confini russi. Il ministro della Difesa Sergey Shoigu ha detto che le azioni dell'alleanza in Norvegia, paesi Baltici, Balcani e nell'Artico, vengono considerate dalla Russia come una dimostrazione di forza di promuovere i propri interessi.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала