Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Russia apre causa contro l'Ucraina al WTO per le sanzioni di Kiev

© Sputnik . Vitaliy Belousov / Vai alla galleria fotograficaPiazza dell'Indipendenza, Kiev
Piazza dell'Indipendenza, Kiev - Sputnik Italia
Seguici su
La Russia ha inviato all'organo di conciliazione dell'Organizzazione Mondiale del Commercio e al governo ucraino la richiesta di avviare consultazioni a seguito delle sanzioni imposte gradualmente e costantemente dal 2014 da Kiev contro le aziende russe tramite divieti e procedure burocratiche ad hoc, così come per il transito attraverso l'Ucraina.

Lo ha riferito il ministro per lo Sviluppo Economico Maxim Oreshkin.

Ne ha parlato con i giornalisti a margine della riunione a livello ministeriale dell'APEC, dove ha incontrato il direttore del WTO Roberto Azevedo.

Secondo Oreshkin, ci sono motivazioni fondate per ritenere che le misure restrittive contro la Russia adottate da parte dell'Ucraina siano in conflitto con gli impegni di Kiev nell'Organizzazione Mondiale del Commercio.

"Inoltre il numero di misure antirusse, la loro natura e la portata dei settori industriali colpiti indicano che l'Ucraina sistematicamente e deliberatamente ha violato i suoi obblighi internazionali, ignorando le regole del commercio internazionale e le altre norme del diritto internazionale. In questo caso, alcune di queste misure non solo non proteggono l'economia ucraina, ma al contrario le creano ulteriori problemi", — ha aggiunto il ministro.

Oreshkin ha elencato le sanzioni imposte dall'Ucraina contro la Russia nel 2014. Si tratta, in particolare del divieto di importazione di carne e latticini russi, prodotti ittici, vino e bevande, attrezzature per le ferrovie, fertilizzanti e molti altri prodotti. Inoltre sono state introdotte procedure ad hoc per l'importazione di libri russi e un regime fiscale particolare per l'importazione delle auto usate russe.

Inoltre alle compagnie russe è vietata la partecipazione alle privatizzazioni delle società pubbliche ucraine: è un'altra grave violazione degli impegni di Kiev nel WTO.

"Se le consultazioni non daranno i risultati sperati, abbiamo il diritto di avviare la seconda fase della vertenza: l'esame del caso ad un organo esterno," — ha concluso Oreshkin.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала