Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Fermato a Mosca un attivista LGBT italiano

© Sputnik . Maksim Blinov / Vai alla galleria fotograficaL'ufficio del Procuratore Generale della Federazione Russa
L'ufficio del Procuratore Generale della Federazione Russa - Sputnik Italia
Seguici su
Nel centro di Mosca sono stati fermati cinque attivisti LGBT, tra cui un cittadino italiano.

Il fermo, come comunicato dalla polizia, è avvenuto vicino all'edificio della Procura Generale di Mosca, nel centro della capitale russa.

Il cittadino italiano fermato è Yuri Guaiana, attivista dell'associazione radicale "Certi Diritti", impegnato per la difesa delle minoranze sessuali in Cecenia. Come si apprende dalla stessa associazione, Guaiana è l'unico stranieri tra i fermati, sta bene, e potrà essere rilasciato dopo che avrà pagato una sanzione amministrativa.

​Dal commissariato lo stesso Guaiana si è messo in contatto con Radio Radicale, spiegando che il fermo è avvenuto mentre gli attivisti stavano tentando di recapitare al Procuratore Generale della Federazione Russa alcune casse piene di firme raccolte per la difesa dei diritti gay in Cecenia.

Il sottosegretario agli Esteri, Benedetto della Vedova, ha confermato su twitter che Guaiana sta bene ed è assistito dal Consolato Italiano a Mosca

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала