Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Lukashenko: Minsk non accetta che venga riscritta la storia della Seconda guerra mondiale

© Sputnik . Sergei Guneev / Vai alla galleria fotograficaBelarusian President Alexander Lukashenko
Belarusian President Alexander Lukashenko - Sputnik Italia
Seguici su
Il presidente della Bielorussia Alexander Lukashenko ha dichiarato che non permetterà che venga riscritta la storia della Grande guerra Patriottica.

"I crimini nazisti non verranno cancellati dalla memoria della gente. Quelli che oggi tentano di riscrivere la storia lo devono sapere, non toglieranno al nostro popolo una Grande Vittoria. Non possiamo permettere che ciò accada" ha detto Lukashenko a Minsk, alla cerimonia di deposizione delle corone al monumento alla Vittoria.

La Bielorussia non smette mai di inchinarsi davanti al "coraggio dei suoi connazionali, passati attraverso il fuoco dell'inferno della guerra". "Non in ginocchio davanti a gli invasori" ha aggiunto il presidente. Il Capo dello Stato ha anche ricordato la prodezza delle persone, "che hanno fatto risorgere la Bielorussia dalle ceneri" e il fraterno aiuto delle repubbliche sovietiche.

Lukashenko ha sottolineato che "la generazione dei vincitori ha creato una potente economia e cultura", base dello sviluppo della Bielorussia.

Il presidente ha assicurato che l'impresa dei veterani di guerra, il loro lavoro non sarà mai dimenticato. "Le vostre azioni occuperanno un posto d'onore nella storia nazionale. Dal vostro esempio imparano e impareranno tutte le generazioni bielorussi. Perché non esiste niente di più meritevole del sacrificio in nome della libertà e dell'indipendenza" ha dichiarato il presidente.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала