Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Russia ritira metà degli aerei dalla base di Hmeimim

© Ministry of Defence of the Russian Federation / Vai alla galleria fotograficaTupolev Tu-22M3 russi alla base Hmeimim in Siria
Tupolev Tu-22M3 russi alla base Hmeimim in Siria - Sputnik Italia
Seguici su
La Russia ha ritirato quasi la metà degli aerei da guerra presenti nell’aeroporto militare di Hmeimim in Siria. Lo ha detto il capo della direzione operativa principale dello stato maggiore della Russia Sergey Rudskoy alla VI conferenza internazionale di Mosca per la sicurezza.

I militari hanno ridotto il numero di aerei, poiché il numero dei gruppi terroristici nel paese è diminuito.

Rudskoy ha dichiarato che dall'inizio dell'operazione militare in Siria gli aerei russi hanno effettuato più di 23mila sortite conducendo circa 77mila attacchi aerei contro i guerriglieri. Secondo lui, gli aerei russi, nonostante siano in minoranza, hanno effettuato quattro volte più raid rispetto a quelli della coalizione occidentale, capeggiata dagli USA.

Il generale ha segnalato che le forze armate russe controllano tutto lo spazio aereo in Siria dall'aeroporto di Hmeimim.

Due aerei d'attacco al suolo Su-25 decollano dalla base aerea di Hmeimim - Sputnik Italia
Stato maggiore: Russia controlla lo spazio aereo siriano
Il conflitto armato in Siria si protrae da marzo 2011. Secondo i dati dell'ONU a causa del conflitto sono morte più di 220 000 persone. L'aviazione russa su richiesta del presidente Bashar Assad aiuta a combattere i terroristi. Grazie al supporto di Mosca, Damasco è riuscita a capovolgere la situazione e a passare all'offensiva nei settori chiave.

Nel mese di marzo 2016, il presidente Russo Vladimir Putin ha preso la decisione di ritirare la maggior parte degli aerei dispiegati visti i successi delle operazioni. Nel frattempo la Russia continua a fornire al governo siriano armi e attrezzature militari, e supporto dall'aeroporto militare di Hmeimim e dal porto miltiare di Tartus. In Siria agisce anche il Centro russo per la riconciliazione.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала