Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

C'è motivo di temere le armi nucleari britanniche

© AP Photo / Charlie RiedelBomba nucleare americana
Bomba nucleare americana - Sputnik Italia
Seguici su
L'analista Michael Smolin a radio Sputnik ha espresso il suo parere sulle dichiarazioni di attacco nucleare del ministro britannico della Difesa, Michael Fallon.

Il primo vice presidente del comitato del consiglio della Federazione per la difesa e la sicurezza Franz Klinzevich ha esortato a dare una risposta forte alle parole del ministro della difesa britannico, Michael Fallon, che ha dichiarato che Londra ha il diritto ad un attacco nucleare preventivo. "Nel migliore dei casi questa dichiarazione deve essere considerata come un elemento di guerra psicologica" ha scritto il vice sulla sua pagina Facebook, sottolineando che se la Gran Bretagna è pronta ad attaccare con il nucleare, il territorio sarà "letteralmente cancellato dalla faccia della terra". E se il colpo verrà inferto ad un paese non nucleare, sarà simile al bombardamento atomico americano nelle città giapponesi di Hiroshima e Nagasaki.

Il 24 aprile, Fallon in un'intervista alla BBC Four ha detto che il primo ministro britannico, Theresa May, è pronta per l'uso di missili balistici nelle "più estreme circostanze". Questo consente la possibilità di attacco preventivo. L'armamento nucleare britannico è composto da quattro sottomarini nucleari di tipo Vengrard, che si trovano in Scozia. Ogni sottomarino trasporta fino a 16 missili Trident.

L'analista, dottore di scienze storiche, Michail Smolin, ritiene che le dichiarazioni del ministro britannico siano rivolte soprattutto alla Russia. "Le dichiarazioni di Londra dovrebbero essere percepite come una dichiarazione diretta verso di noi e non altri. Perché altri potenziali, apparenti nemici semplicemente non ci sono. Credo che tutto questo venga calcolato su di noi, sulla nostra reazione. Non credo che dovremmo reagire a questo in maniera ipertrofica. Perché arrivano costantemente notizie simili" ha detto Michael Smolin in onda su radio Sputnik.

A suo parere, le armi nucleari della Gran Bretagna possono davvero rappresentare una minaccia. Ma ciò è dovuto, in misura maggiore, allo stato deplorevole della flotta.

"Le armi nucleari in Gran Bretagna, naturalmente, rappresentano una grande minaccia. Perché, sapendo in quale stato si trova la flotta inglese, compresi i sottomarini, dove sono montate le armi nucleari, si può seriamente temere per le armi stesse. Recentemente, l'esercito e la flotta si sono sviluppati in modo piuttosto formale e sì, e la bassa qualità non dà agli inglesi la possibilità di compiere alcune importanti operazioni. Quindi, penso che ci sia più di un semplice tentativo di integrarsi nella strategia americana" ritiene il politologo.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала