Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Cremlino commenta scontro verbale al Consiglio di Sicurezza ONU con diplomatico UK

© REUTERS / Stephanie KeithRussian Deputy Ambassador to the United Nations Vladimir Safronkov delivers remarks during the Security Council meeting on the situation in Syria at the United Nations Headquarters, in New York, U.S, April 7, 2017
Russian Deputy Ambassador to the United Nations Vladimir Safronkov delivers remarks during the Security Council meeting on the situation in Syria at the United Nations Headquarters, in New York, U.S, April 7, 2017 - Sputnik Italia
Seguici su
L'intervento duro e senza peli sulla lingua del vice rappresentante permanente della Russia Vladimir Safronkov durante la riunione del Consiglio di Sicurezza ONU è lecito e giustificato, ha dichiarato il portavoce del Cremlino Dmitry Peskov.

"Pensiamo sia giusto. Non è stata pronunciata nessuna parola volgare o offensiva. In realtà le discussioni al Consiglio di Sicurezza sono spesso molto accese. Riguardano l'essenza e il futuro delle relazioni internazionali. L'eccessiva moderazione può portare in futuro conseguenze disastrose. Pertanto è meglio difendere gli interessi della nostra patria oggi, se necessario anche con toni abbastanza duri,"

— Peskov ha dichiarato ai giornalisti, commentando l'adeguatezza dell'intervento di Safronkov al Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite, che aveva duramente criticato la posizione britannica sulla Siria e l'atteggiamento del rappresentante permanente di Londra.

Ieri la Russia aveva posto il veto alla risoluzione occidentale sulla Siria, in cui si accusava Damasco dell'attacco chimico contro i civili prima dell'inchiesta e senza prove oggettive.

Durante la discussione Vladimir Safronkov ha espresso pretese all'indirizzo del rappresentante britannico Matthew Rycroft, che ha sostenuto che la Russia sostiene un regime e l'uso di armi chimiche" e Mosca "ha perso la fiducia."

Secondo Safronikov, Rycroft "pensa solo a come ostacolare gli sforzi" dell'inviato speciale delle Nazioni Unite sulla Siria Staffan de Mistura e bloccare il processo politico, portando tensioni e ostilità nel Consiglio di Sicurezza ONU.

"Ha paura, ha perso il sonno per il fatto che cerchiamo la cooperazione con gli Stati Uniti. Lo teme. Si comporta così affinchè questa cooperazione salti… Guardami, non voltare lo sguardo..che fai non mi guardi negli occhi?" — Safronkov si è così rivolto a Rycroft.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала