Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Filippine, presidente Duterte annulla visita in isola contesa con la Cina

© REUTERS / Lean DavalRodrigo Duterte, el presidente de Filipinas,durante la rueda de prensa en Davao
Rodrigo Duterte, el presidente de Filipinas,durante la rueda de prensa en Davao - Sputnik Italia
Seguici su
Il presidente delle Filippine Rodrigo Duterte ha cancellato la sua visita in un'isola che si trova in una zona contesa del Mar Cinese Meridionale, dopo che Pechino aveva espresso le proprie preoccupazioni in merito, scrive la Reuters.

"Per la nostra amicizia con la Cina, in quanto apprezziamo la nostra amicizia, non andrò nell'isola per issare la bandiera," — ha detto Duterte intervenendo a Riyadh davanti i rappresentanti della comunità filippina.

Secondo il presidente filippino, Pechino l'ha messo in guardia dal fatto che "molto probabilmente ci saranno problemi" se ogni capo di Stato dei Paesi che rivendicano le isole isseranno le proprie bandiere nazionali.

La scorsa settimana Duterte aveva dichiarato di aver ordinato di schierare le truppe nei territorii delle isole contese nel Mar Cinese Meridionale. Aveva inoltre annunciato di volersi recare su un'isola contesa della zona per issare la bandiera del suo Paese. Il viaggio sarebbe dovuto avvenire in occasione della festa dell'Indipendenza delle Filippine, che si celebra a metà giugno.

Il giorno successivo la Cina ha fatto sapere di essere molto preoccupata dalle dichiarazioni del presidente delle Filippine Rodrigo Duterte sulle isole contese del Mar Cinese Meridionale, auspicando allo stesso tempo di risolvere i problemi con Manila nel modo giusto.

La Cina e alcuni Paesi della regione — Giappone, Vietnam e Filippine — rivendicano diverse zone del Mar Cinese Meridionale. La Cina ritiene che le Filippine e il Vietnam sfruttino deliberatamente il sostegno degli Stati Uniti per l'escalation delle tensioni nella regione.

La scorsa estate su ricorso delle Filippine la Corte dell'Aja aveva stabilito che la Cina non ha diritto alle rivendicazioni territoriali nel Mar Cinese Meridionale. La Corte ha dichiarato che le isole di Spratly non determinano una zona economica inclusiva. La Cina non ha riconosciuto la sentenza.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала