Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Lavrov rivela i dettagli dell'incontro col segretario di Stato americano a Mosca

© Sputnik . Sergey GuneevМинистр иностранных дел РФ Сергей Лавров и Государственный секретарь США Рекс Тиллерсон во время переговоров в Москве
Министр иностранных дел РФ Сергей Лавров и Государственный секретарь США Рекс Тиллерсон во время переговоров в Москве - Sputnik Italia
Seguici su
Il ministro degli Esteri russo Sergey Lavrov ha svelato i dettagli dei colloqui di oggi a Mosca con il segretario di Stato americano Rex Tillerson. La discussione si è focalizzata su Siria, Ucraina, Corea del Nord e le relazioni bilaterali tra Russia e Stati Uniti.

Trovare "elementi di disturbo" nei rapporti USA-Russia

"I negoziati si sono rivelati completamente aperti e franchi, hanno toccato un vasto insieme di questioni cruciali per le nostre relazioni bilaterali e per la cooperazione in politica internazionale", — ha dichiarato Lavrov in una conferenza stampa dopo l'incontro con il presidente Vladimir Putin al Cremlino.

Lavrov ha osservato che Mosca ha visto negli Stati Uniti la disponibilità di sostenere un'indagine internazionale sui fatti di Idlib.

"Abbiamo ribadito la nostra fermezza sulla lotta senza compromessi contro il terrorismo internazionale", — ha aggiunto, sottolineando che la questione è stata più volte discussa al telefono tra i funzionari russi e statunitensi.

Allo stesso tempo il capo della diplomazia russa ha affermato che Mosca prende atto dei tentativi di ostacolare la cooperazione tra la Russia e gli Stati Uniti e aggravare il confronto.

"Crediamo che sia un approccio miope," — ha aggiunto Lavrov.

Poca fiducia

Tillerson a sua volta ha giudicato "basso" l'attuale livello di fiducia tra la Russia e gli Stati Uniti. Allo stesso tempo, secondo le sue parole, Mosca e Washington dovrebbero fare tutto il possibile per fermare il degrado delle relazioni e ripristinare la fiducia.

Il segretario di Stato ha inoltre sostenuto che il raid americano dopo i fatti di Idlib era giustificato.

Il destino di Assad

Le parti hanno discusso del destino del presidente siriano Bashar Assad. Tillerson ha dichiarato convinto che l'uscita di Assad debba essere svolgersi con ordine e organizzazione.

"La nostra posizione è che il regime di Assad sta volgendo al termine, loro stessi sono da biasimare per come hanno agito e per la guerra che si protrae da diversi anni," — ha detto.

Tillerson ha osservato che "la Russia è il più stretto alleato di Assad e può influenzare Assad per comprendere questa realtà."

Lavrov a sua volta ha dichiarato che in Siria la Russia non scommette su una persona in particolare o su Assad. Secondo il capo della diplomazia russa, i siriani dovrebbero da soli scegliere il proprio futuro.

Ucraina e Corea

Inoltre i capi delle diplomazie hanno discusso di Ucraina e della situazione nella penisola coreana.

Secondo Lavrov, Mosca e Washington sono a favore della piena attuazione degli accordi di Minsk e della rigorosa applicazione delle risoluzioni del Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite sulla penisola coreana.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала