Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Russo arrestato a Oslo collabora con la polizia ma non si dichiara colpevole

CC0 / Pixabay / Oslo, Norvegia
Oslo, Norvegia - Sputnik Italia
Seguici su
Il russo 17enne arrestato a Oslo dopo essere trovato in possesso di un ordigno artigianale sta rispondendo alle domande della polizia e e ha fornito la password dei propri profili online e dei conti, ma nega la sua colpa, riporta l'emittente NRK, citando il suo avvocato.

Si comunica che l'interrogatorio del ragazzo si è protratto per più di 5 ore dopo l'arresto, al quale non è seguita nessuna nuova dichiarazione.

"Collabora con la polizia, ha dato le sue password dei suoi profili online e dei suoi conti. La polizia ha accesso a tutti i suoi dati" ha comunicato all'emittente l'avvocato dell'accuasto, Karina Sigmond.

Secondo l'avvocato il giovane non si dichiara colpevole dell'accusa di manipolazione illegale di esplosivi e ha insistito che era solo uno scherzo sciocco. Le forze dell'ordine stanno studiando tutte le possibilità, tra cui una possibile simpatia del ragazzo russo per dei gruppi radicali. L'adolescente sarà detenuto in custodia cautelare per due settimane dal tribunale; questo è il periodo massimo di detenzione per i minori in Norvegia.

Sabato sera sul tardi la polizia di Oslo ha arrestato un ragazzo sospetto il quale aveva lasciato un piccolo oggetto sotto un ponte sull'Akerselva. Il ragazzo è stato portato alla polizia, mentre il quartiere è stato isolato dove sono entrati in azione gli artificieri. Il detenuto è originario della Russia, in questo momento è in Norvegia in qualità di richiedente di asilo.

Come hanno comunicato i servizi speciali il giovane ha fabbricato un ordigno esplosivo rudimentale di bassa potenza. Le ragioni di questo atto non sono chiare, ha detto la polizia. L'avvocato del detenuto spiega l'accaduto come "uno scherzo da ragazzi", mentre le forze dell'ordine hanno accusato il giovane di possesso illegale di esplosivi, e rischia una grave condanna.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала