Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Niente pesce d'aprile, Juncker minaccia Trump di sostenere il crollo degli USA

© AP Photo / Geert Vanden WijngaertJean-Claude Juncker
Jean-Claude Juncker - Sputnik Italia
Seguici su
Il presidente della Commissione Europea Jean-Claude Juncker ha espresso la propria insofferenza e irritazione relativamente al sostegno della Brexit da parte del presidente americano Donald Trump.

Intervenendo alla conferenza annuale del "Partito Popolare Europeo" (PPE), Juncker ha promesso di appoggiare l'indipendenza dell'Ohio e di Austin (Texas) dagli Stati Uniti se tutto procederà secondo questo scenario.

"A molta gente piacerà. Anche alle persone in un altro continente, dove al presidente neoeletto ha fatto piacere la Brexit ed ha chiesto ad altri Paesi della UE di seguire lo stesso esempio. Se continuerà con questo spirito, ho intenzione di sostenere l'indipendenza dell'Ohio e di Austin in Texas negli Stati Uniti," — ha dichiarato Juncker.

Naturalmente in ogni battuta c'è qualcosa di vero, ma dietro l'humour di Juncker si nasconde una rabbia vera e propria della leadership della UE per il sostegno alla Brexit di Trump, che allo stesso tempo ha cominciato ad incitare gli altri Paesi europei a seguire la strada del Regno Unito.

Tali dichiarazioni possono sembrare del tutto inspiegabili, dal momento che le relazioni tra la UE e gli Stati Uniti sembrano essersi rimesse in carreggiata, dopo che il vicepresidente americano Mike Pence ha concluso con successo la sua visita a Bruxelles e lo stesso Trump ha addolcito notevolmente i toni verso la UE.

Juncker non ha riservato critiche alla Gran Bretagna durante il suo discorso, ma ha solo fatto riferimento alla Brexit nel contesto dei rapporti con Trump e come opportunità per l'Europa per riformare la governance della UE.

I commenti di Juncker, secondo alcuni media, sono una "bomba diplomatica", soprattutto dopo che Trump ha recentemente presentato alla Merkel un conto da 375 miliardi di dollari per il finanziamento della NATO.

Questo è di gran lunga l'intervento verbale più schietto e forte pronunciato da un alto rappresentante della UE su Trump, e probabilmente questo tipo di dichiarazioni portano rammarico e delusione tra alcuni leader europei che speravano in un riavvicinamento con il principale alleato d'oltreoceano.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала