Buon sindaco non mente

© Foto : Facebook - Stefano TorreStefano Torre
Stefano Torre - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Lo "scandidato" di Piacenza amico di Putin e Trump che promette l'immortalità e un vinodotto.

Un pò pesce d'aprile e un pò Cetto la Qualunque, Stefano Torre, candidato a sindaco di Bettola, in provincia di Piacenza, si prende gioco di modi e toni della politica italiana perennemente in campagna elettorale, con una serie di video che sono diventati virali su internet.

Come per le altre migliaia di candidati sindaco in tutto lo Stivale quello che Torre definisce il suo "sprogramma" è pieno di buoni propositi, solo apparentemente irrealizzabili.

Con uno stile scanzonato e senza peli sulla lingua, Stefano Torre mette al primo posto la valorizzazione del territorio: il suo sogno è trasformare il monte Santa Franca in un vulcano "per attirare turisti e beccare i contributi quando erutta".

In attesa della lava però le acque del torrente Nure diventeranno navigabili e Bettola avrà un porto commerciale e turistico, strategico per la realizzazione del punto successivo.

Quale? Portare a Bettola un Gran Premio di Formula 1 che non abbia nulla da invidiare a quello di Montecarlo, compresa la personalità che premierà i piloti sul podio: al posto del principe Alberto ci sarà lui naturalmente, Stefano Torre sindaco.

Tuttavia, mentre Vettel e soci corrono da soli nei loro bolidi, Torre nella sua corsa per la poltrona di sindaco si vanta dell'appoggio strategico dei "suoi amici" Donald e Vladimir, oltre che della cugina d'oltremanica Elisabetta.

In caso di vittoria di Torre Trump ha già promesso che provvederà a rinominare New York in "New Betla":

Nella vita Stefano Torre gestisce una società di web-marketing e, come vociferano i suoi detrattori, grazie a questa attività è entrato in contatto con gli hacker del Cremlino, vero ago della bilancia in grado si spostare le sorti della campagna elettorale.

Con la loro mediazione (forse) Torre è riuscito ad ottenere l'appoggio di Vladimir Putin, che in caso di vittoria avrebbe promesso di spostare il cosmodromo di "Baicon Ur" (scritto proprio così) dalle steppe kazake all'appennino emiliano.

Infine, da buon politico che si rispetti, anche Torre ha un sogno: quello di essere l'ultimo sindaco eletto di Bettola, colui che farà di questo paesino della provincia di Piacenza una città-stato indipendente, dotata di moneta propria e baciata… dall'immortalità.

In tutta questa storia di vero c'è l'attenzione mediatica che il personaggio di Stefano Torre sta suscitando intorno al suo paese natale.

Quanti avevano sentito parlare di Bettola in provincia di Piacenza prima d'ora?

Di sicuro molti di meno rispetto a coloro che si ricordano almeno una promessa fatta in campagna elettorale poi non mantenuta dal candidato che l'aveva proposta.

 

 

Gentili lettori, vi ricordiamo che questo articolo viene pubblicato in data 1° aprile.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала