Francia, Senato riconosce fallimento programma contro radicalizzazione musulmani

Seguici suTelegram
E' indicato in un rapporto del Senato francese. Il programma è stato sviluppato subito dopo gli attacchi terroristici che si erano verificati in Francia nel 2015. I risultati del programma sono considerati insoddisfacenti.

Si pensava di accogliere in centri opportunamente allestiti coloro che erano inclini alla radicalizzazione e al fondamentalismo religioso: per perseguire questo scopo venivano organizzati seminari e lezioni in cui di dimostrava l'insensatezza dell'Islam radicale.

Questi centri ricordavano delle colonie o case vacanza per studenti. Le lezioni ed i seminari erano intervallati da giochi di squadra all'aria aperta. Secondo gli organizzatori, chi voleva liberarsi delle proprie convinzioni fondamentaliste doveva venire di propria volontà in queste strutture.

Gli stessi organizzatori si sono inizialmente imbattuti con l'opposizione dei cittadini, che non volevano un centro simile nel proprio quartiere. L'ultima goccia è stata l'arresto di uno dei visitatori della struttura, sospettato dai servizi segreti di avere rapporti con i terroristi responsabili della morte di 100 persone nel palazzo dei concerti "Bataclan" di Parigi.

Durante lo scorso anno in Francia sono state arrestate più di 400 persone con l'accusa di estremismo islamico o di avere legami con gruppi jihadisti terroristici. Inoltre la polizia e le forze di sicurezza tengono sotto stretto controllo 2.500 persone a rischio di mille famiglie.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала