La Cina torna a puntare al Sud America

© Sputnik . Maxim Bogodvid / Vai alla galleria fotograficaLa bandiera della Cina
La bandiera della Cina - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
La Germania ha firmato un memorandum con la Bolivia per la partecipazione alla costruzione della ferrovia transcontinentale Brasile-Bolivia-Perù che collegherà la costa pacifica e la costa atlantica del Sud America. Ma non ha considerato la Cina che vuole il progetto tutto per se.

Lo scorso novembre il presidente cinese Xi Jinping, durante la sua visita in America Latina, ha fatto pressioni affinché la Cina partecipasse al progetto ferroviario. Per Pechino la scelta ha un significato strategico, perché significherebbe avere il controllo sui trasporti dal porto brasiliano di Acu a quello di Ilo, in Bolivia. Sarebbe la versione ferroviaria dello stretto di Panama, controllato dagli USA. Potrebbe essere il primo successo per la Cina in America Latina, dopo i tentativi falliti in Colombia e Venezuela.

Il responsabile del Centro d'informazione scientifica del Latin American Institute Alexander Harlamenco ha detto a Sputnik che si potrebbe tentare una gara d'appalto per la costruzione di una infrastruttura di carattere alternativo, evitando così le accuse di mancanza di trasparenza nello sviluppo delle relazioni con la Cina. L'esperto ha suggerito che la disputa tra Cina e Germania per il diritto di realizzare il progetto, che dura ormai dal 2013, potrebbe essere stata influenzata dai recenti cambiamenti politici negli Stati Uniti.

"Forse non tutti i paesi che erano pronti a concedere la realizzazione di questo progetto alla Cina, sono d'accordo adesso con il deterioramento delle relazioni tra Pechino e Donald Trump. Ciò vale in particolare per i nuovi governi di Brasile, Argentina e Paraguay. Questo potrebbe essere connesso anche con la crescita di tensione tra l'UE e Washington. L'UE dopo le elezioni negli Stati Uniti ha intensificato i negoziati per un'area di libero scambio con i paesi del MERCORSUR, hanno firmato un accordo commerciale con Cuba e sulla zona di libero scambio con il Canada. D'altra parte, nonostante tutte le difficoltà politiche, l'UE ha intensificato e contatti con la Cina. L'Unione Europea ha bisogno di un mercato stabile e duraturo. Non si sa come Pechino affronterà le nuove condizioni: se preferirà realizzare da sola il progetto ferroviario o se lo farà in collaborazione con dei partner occidentali."

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала