Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ambasciatore russo in Serbia critica tentativi per far entrare Paesi balcanici in NATO

© AFP 2021Le bandiere della Russia e della Serbia
Le bandiere della Russia e della Serbia - Sputnik Italia
Seguici su
La Russia è sempre stata presente nella vita dei Paesi dei Balcani, ha interessi comuni ed è impegnata per la stabilità nella regione, messa a rischio dalle pressioni per far entrare nella NATO alcuni Paesi, ha dichiarato a RIA Novosti l'ambasciatore russo in Serbia Alexander Chepurin.

"Il ministro Sergey Lavrov ha dichiarato che per motivi incomprensibili l'Occidente prende in considerazione qualsiasi normale rapporto di un Paese balcanico con la Russia come fonte di "preoccupazioni allarmanti". Signori, la Russia è stata sempre presente nei Balcani, la Grecia e Bisanzio sono le nostre radici. Condividiamo molte posizioni ed abbiamo interessi comuni con i Paesi della regione, tra cui la Serbia," — ha affermato Chepurin.

"Stupiscono le dichiarazioni dei diplomatici occidentali di vario calibro per cui la Russia attuerebbe nei Balcani una "politica di destabilizzazione". E' un modello falso. O è ingenuità o stupidità. La Russia in modo inequivocabile sostiene la stabilità dei Balcani per risolvere i problemi con mezzi politico-diplomatici", — ha sottolineato il capo missione diplomatica russa a Belgrado.

"La Russia è contro l'allargamento della NATO, in quanto mina la sicurezza del continente europeo da Occidente ad Est. La retorica mendace della NATO è ben nota in Serbia. I tentativi di buttare dentro nella NATO i Paesi balcanici e cambiare le loro radici, senza chiedere il parere della gente: ecco cosa destabilizza la situazione nei Balcani," — ha sottolineato Chepurin.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала