Nel Parlamento ucraino hanno cercato di interrompere intervento di un deputato in russo

© SputnikEdificio del Parlamento ucraino
Edificio del Parlamento ucraino - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
In una sessione del Parlamento ucraino hanno cercato nuovamente di interrompere l'intervento in lingua russa del co-presidente del partito "Blocco d'opposizione" Alexander Vilkul, segnala RIA Novosti.

Tradizionalmente durante le sessioni della Verchovna Rada i capigruppo intervengono con delle dichiarazioni. Tuttavia, dopo l'inizio del discorso di Vilkul in russo i rappresentanti degli altri partiti hanno chiesto al loro collega di esprimersi in lingua ucraina. Tuttavia il deputato del "Blocco d'opposizione" si è rifiutato di farlo, affermando che il Parlamento non dovrebbe essere il posto di una "dittatura nazionalista".

"Alla gente serve il diritto alla pace. La gente ha bisogno del diritto alla vita. La gente ha bisogno del diritto alla lingua, dal momento che ognuno vuole parlare nella propria lingua madre. La gente ha bisogno del diritto al lavoro e di stipendi e pensioni decenti. Per questo nel nostro Paese dovrebbe funzionare l'economia. Il nostro Paese non ha bisogno di una dittatura nazionalista," — ha detto Vilkul, commentando le richieste degli altri deputati.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала