Nato, Mosca: aumento attività ai nostri confini determina spirale da Guerra fredda

Seguici suTelegram
Il Rappresentante permanente russo: possibile aumento conflittualità.

L'aumento dell'attività della Nato vicino ai confini della Russia crea una situazione che favorisce la corsa agli armamenti in uno scenario in cui aumenta la conflittualità possibile tra le due parti. Lo ha detto il Rappresentante permanente della Russia presso la Nato, Alexander Grushko, a Sputnik.

"Nel complesso, questa serie di misure unita con l'aumento dell'attività militare, e cioè le attività di addestramento che vengono condotte lungo i nostri confini quasi ogni giorno, crea una nuova realtà. E noi sappiamo dalla esperienza della guerra fredda che questo mix si traduce generalmente in una spirale che sarà poi difficile fermare", ha detto Grushko commentando il programma deliberato dall'Alleanza lo scorso anno e che prevede il dispiegamento di quattro battaglioni nei territori dell'Europa dell'est.

E la creazione di due sedi Nato a Bucarest e Szczecin insieme agli otto posti di coordinamento in tutta Europa oltre che l'incremento delle basi aeree negli Stati baltici.

"Tutto questo deve essere valutato dalla Russia sia dal punto di vista politico che militare".

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала