Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Le elezioni nei Paesi Bassi hanno segnato il destino dell’Ucraina

© AP Photo / Francois WalschaertsIl primo ministro olandese Mark Rutte
Il primo ministro olandese Mark Rutte - Sputnik Italia
Seguici su
Alle elezioni parlamentari nei Paesi Bassi del 15 marzo ha trionfato il Partito Popolare per la Libertà e la Democrazia (VVD) del conservatore Mark Rutte, convinto sostenitore dell'associazione tra l'UE e l'Ucraina.

In aprile il Senato dei Paesi Bassi dovrebbe finalmente approvare (o respingere) il progetto dell'accordo da cui dipendono le speranze di Kiev. La ratifica è stata deliberatamente spostata in primavera, affinché i senatori potessero prendere in considerazione i risultati delle elezioni, vale a dire della volontà popolare. L'esito delle elezioni, quindi, influenzerà il destino ucraino in Europa.

La responsabilità politica di questa decisione spetta al premier Mark Rutte. Egli ha già annunciato l'intenzione di voler escludere i nazionalisti dalla coalizione di governo. Tuttavia, Rutte deve pure prendere in considerazione il declino della popolarità del Partito Laburista — che ha perso più dei due terzi degli elettori — e il successo del partito Appello Cristiano Democratico (CDA), che è passato all'euroscetticismo. Parlando degli accordi con l'Ucraina, il leader del CDA Siebrand van Hersma Buma è stato categorico: intende buttarli nella spazzatura.

I sondaggi mostrano che la maggioranza degli olandesi è contraria all'accordo. Tuttavia, è molto probabile che questo non sia un ostacolo per Rutte.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала