Simonyan vede in progetto senatore USA tracce di maccartismo

© Sputnik . Vladimir TrefilovRT’s editor-in-chief Margarita Simonyan
RT’s editor-in-chief Margarita Simonyan - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Il redattore capo del canale televisivo RT Margherita Simonyan, commentando il disegno di legge del senatore democratico Jeanne Shaheen riguardo il lavoro di RT, ha dichairato di intravedere tracce di maccartismo in USA, suggerendo che inizieranno presto "a fucilare i giornalisti russi nelle piazze".

In precedenza edizione Politico ha riferito che Jeanne Shaheen intende presentare un disegno di legge che darà il ministero della giustizia ulteriori poteri per lo svolgimento delle indagini in relazione a RT.

Il senatore sospetta che l'emittente televisiva violi la legge esistente sulla registrazione degli agenti. Secondo lei, il documento è la risposta al rapporto dei servizi segreti americani circa la presunta ingerenza russa nelle elezioni USA.

"Con queste tempistiche presto cominceranno a fucilare i nostri giornalisti nelle piazze. Saluti al senatore Mccarthy dal senatore Shaheen" ha detto la Simonyan a Sputnik.

Il maccartismo, che prende nome dal senatore Joseph Raymond McCarthy, è stata una epoca dal sentimento nettamente anticomunista negli Stati Uniti tra il 1940 e il 1950, accompagnato da un aumento della "caccia alle streghe" nella società americana. I maccartisti perseguitavano chiunque esprimesse idee comuniste o simpatizzasse con esse tra i quali molte personalità di spicco della cultura e della scienza.

Nel mese di gennaio, la CIA, FBI e NSA hanno fatto circolare un rapporto che ancora una volta ha accusato Mosca di "interferire nelle elezioni americane", rifiutando però di dare alcuna prova, citando la segretezza. A questo ha fatto seguito la conclusione da parte dei servizi segreti sulla veridicità di "operazioni segrete russe" su tali fonti come i servizi televisivi russi e le registrazioni nei social network.

Il presidente russo Vladimir Putin ha dichiarato che nei rapporti pubblicati dagli USA non c'è interesse da parte della Russia, e che l'isteria viene gonfiata per distrarre l'attenzione dal contenuto dei documenti. L'addetto stampa del governo Dmitry Peskov ha definito le accuse a Mosca "assolutamente infondate".

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала