New York Times: i democratici potrebbero disertare l'inchiesta sul RussiaGate

Seguici suTelegram
Alcuni rappresentanti del Partito Democratico nella commissione sui servizi segreti della Camera del Congresso degli Stati Uniti potrebbero rinunciare nel prender parte all'inchiesta sull'ingerenza russa nelle elezioni, se la reputeranno troppo di "partito" o "superficiale", scrive il New York Times.

Secondo il giornale, "i democratici hanno intenzione di convocare nelle audizioni i testimoni e presentare in commissione tutti i documenti necessari, tra cui le dichiarazioni dei redditi del presidente degli Stati Uniti Donald Trump, mentre i repubblicani si oppongono ad un'indagine esterna indipendente sull'ingerenza senza precedenti di una potenza straniera nel sistema elettorale americano."

"Non ho intenzione di impegnarmi in un'azione puramente dimostrativa che non sia un tentativo di indagare seriamente," — ha dichiarato la deputata della Camera dei Rappresentanti Jacqueline Speer.

Secondo lei, "se non sarà un'indagine legittima, completa e minuziosa, non si capisce perchè dovremmo parteciparvi." Ha inoltre aggiunto che tutti i democratici nella commissione, controllata dai repubblicani, possono uscire dall'inchiesta.

Il capogruppo dei democratici nella commissione Adam Schiff ritiene non scontato lo svolgimento di un'indagine credibile, i cui risultati possano soddisfare i sostenitori di entrambi i partiti.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала