Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Daily Mail: Russia e NASA insieme per studiare Venere

© Foto : NASA/JAXA Venere in lontananza visto dalla Stazione Spaziale Internazionale
Venere in lontananza visto dalla Stazione Spaziale Internazionale - Sputnik Italia
Seguici su
La missione congiunta dell'Istituto di ricerca spaziale dell'Accademia Russa delle Scienze e della NASA prevede l'invio di una sonda spaziale e di un modulo d'atterraggio nell'orbita di Venere, scrive il quotidiano britannico Daily Mail.

Secondo il giornale, lo scopo principale della missione è lo studio dell'effetto serra di Venere, che potrebbe aiutare a rispondere a molte domande sul passato, sul presente e sul futuro della Terra.

La prossima settimana i ricercatori finanziati dalla NASA si incontreranno con i rappresentanti dell'Istituto di Ricerche Spaziali dell'Accademia Russa delle Scienze per discutere i piani per lo studio di Venere, segnala l'agenzia spaziale statunitense.

La missione, denominata "Venus-D", implica l'invio di una sonda spaziale nell'orbita di Venere per un massimo di tre anni insieme ad un modulo d'atterraggio, che funzionerà per poche ore nell'inospitale pianeta (temperatura superficiale di circa 400 °C, pressione 90 atmosfere, aria composta da biossido di carbonio al 96% con tracce di acido solforico — ndr), osserva il giornale.

Lo scopo del gruppo di lavoro congiunto è ottenere una migliore comprensione del clima del pianeta, così come scoprire se in passato c'era stata la vita.

Alla fine di gennaio la NASA e l'Istituto di Ricerche Spaziali russo avevano ricevuto una relazione dal gruppo in cui si valutavano e chiarivano gli obiettivi della missione, scrive il giornale.

"Anche se Venere è conosciuto come la sorella della Terra, abbiamo ancora molto da imparare su questo pianeta, compreso se una volta aveva oceani e c'era la vita",

— ha detto il direttore del dipartimento di ricerche planetarie della NASA Jim Green.

"Con la comprensione dei processi che si svolgono su Venere e Marte, avremo una migliore idea di come evolvono i pianeti terrestri, così come otterremo informazioni sul passato, presente e futuro della Terra", — ha aggiunto lo scienziato.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала