Delusi dall'Europa i russi emigrati ritornano in patria

© Sputnik . Sergey Kuznecov / Vai alla galleria fotograficaGiornata dell'unità nazionale in Russia (foto d'archivio)
Giornata dell'unità nazionale in Russia (foto d'archivio) - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Circa 150mila russi residenti all'estero sono tornati in patria nel corso dell'ultimo anno: uno su cinque viene dell'Unione Europea, scrive il quotidiano Izvestia riferendosi ai dati del ministero dell'Interno e degli Esteri della Federazione Russa.

I connazionali ritornano in Russia grazie al programma per il ripopolamento su base volontaria.

"L'odio ingiustificato nei confronti della Russia è stato il motivo principale per scegliere di tornare in patria dopo 19 anni vissuti in Repubblica Ceca," — ha dichiarato al giornale uno degli emigrati che hanno scelto di ritornare in Russia.

"In Germania mi sono reso conto che avevo prospettive di occupazione molto minori che in Russia", — ha detto un uomo tornato in patria dopo 12 anni in Germania.

Come previsto dagli analisti, il numero di quelli che lasceranno l'Unione Europea per ritornare in Russia è destinato ad aumentare. Avverrà se la situazione politica non migliorerà in Europa.

Il sentimento antirusso in Europa è cresciuto dopo il 2014, quando l'Occidente ha accusato Mosca di intraprendere azioni aggressive contro Kiev.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала