Il Guardian elogia gli sforzi di Trump per ricucire i rapporti con la Russia

Seguici suTelegram
Il desiderio di Donald Trump di ricostruire i rapporti tra Mosca e Washington è lodevole. Per la creazione di relazioni amichevoli con la Russia al presidente degli Stati Uniti si possono perdonare i molti errori e bugie, scrive l'editorialista del Guardian Simon Jenkins.

Il giornalista ritiene che negli ultimi 20 anni le autorità statunitensi abbiano preso una posizione "passiva, goffa e controproducente" nei rapporti con la Russia. A differenza dei suoi predecessori, Trump ha evidenziato la necessità del riavvicinamento tra le due potenze.

Allo stesso tempo Jenkins sottolinea che la Russia è stata a lungo considerata il "nemico principale degli Stati Uniti."

"Per mezzo secolo l'America si è battuta per limitare, punire, contenere e sminuire la Russia e i suoi leader," — scrive il giornalista.

Ora però c'è la necessità di una stretta cooperazione tra i due Paesi.

Secondo il giornalista, il presidente degli Stati Uniti dovrebbe dichiarare pubblicamente la sua visione di cooperazione tra Mosca e Washington e "indicare le aree di possibile cooperazione."

"Considerando l'instabilità del mondo moderno, il riavvicinamento tra la Russia e l'America è un obiettivo molto nobile. Il potenziale di questa cooperazione è enorme: contribuirà ad alleggerire le tensioni in campo internazionale, libererà molte risorse e salverà migliaia di vite. Anche se tutto questo verrà raggiunto a costo di molte bugie ed errori, è il prezzo che deve essere pagato," — riassume Jenkins.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала