Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Damasco vuole dialogo con un'opposizione libera da legami con Stati stranieri

© REUTERS / Pierre AlbouySyrian Ambassador to the U.N. Bashar al Jaafari (L) attends a meeting of Intra-Syria peace talks with UN Special Envoy for Syria Staffan de Mistura at Palais des Nations in Geneva, Switzerland, February 25, 2017
Syrian Ambassador to the U.N. Bashar al Jaafari (L) attends a meeting of Intra-Syria peace talks with UN Special Envoy for Syria Staffan de Mistura at Palais des Nations in Geneva, Switzerland, February 25, 2017 - Sputnik Italia
Seguici su
Damasco vuole avere come controparte nei negoziati tra le parti siriane un'opposizione unificata che rappresenti gli interessi della Siria e non degli Stati stranieri, ha dichiarato nella conferenza stampa di oggi il capo della delegazione del governo siriano Bashar al-Jaafari.

"L'errore di de Mistura è non aver unito l'opposizione in un'unica delegazione. E' importante avere il dialogo con una controparte nazionale, non con chi rappresenta gli interessi di Qatar, Arabia, Francia o Turchia," — ha detto al-Jaafari.

Ha aggiunto che il gruppo d'opposizione sostenuto da Riyadh continua "a fare spettacolo" nei loro discorsi e mostra "immaturità politica".

Nell'ultimo round di negoziati a Ginevra tra le parti siriane è stato raggiunto l'accordo su un'agenda di quattro punti, ha dichiarato Bashar al-Jaafari.

"Il principale risultato che abbiamo raggiunto in questo round è stata l'intesa su un'agenda di quattro punti: il governo, la Costituzione, le elezioni e la lotta contro il terrorismo" — ha detto al-Jaafari.

Il rappresentante di Damasco ha osservato che il gruppo filo-saudita continua a sabotare l'ultimo punto.  

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала