Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

L'Interpol rifiuta di pubblicare le indagini sugli archeologi che lavorano in Karabakh

© AFP 2021 / ROSLAN RAHMAN Logo Interpol
Logo Interpol - Sputnik Italia
Seguici su
Il segretariato generale dell'Interpol ha rifiutato la richiesta dell'Azerbaigian di pubblicare le indagini sugli archeologi armeni che lavoravano in Karabakh, ha detto il capo dell'ufficio per le relazioni con il pubblico e stampa della polizia armeno Ashot Agaronian.

In precedenza il procuratore generale dell'Azerbaigian aveva annunciato che erano ricercati dall'Interpol un dipendente dell'istituto di biologia molecolare dell'accademia Nazionale armena delle scienze, Levon Episkopjana, la ricercatrice dell'Istituto di storia naturale in Spagna Yolanda Fernandez Chalvo, il direttore del progetto Asia del British Museum Blanford King e uno scienziato di Londra, che lavora al museo di storia naturale, Peter Andrews.

Secondo il capo ufficio, il primo marzo dall'ufficio centrale dell'Interpol in Azerbaigian è stata ricevuta una circolare sulla dichiarazione riguardo gli articoli violati dagli scienziati: "violazione di norme umanitarie internazionali durante i conflitti", "violazione del diritto d'autore e dei diritti connessi", "appropriazione indebita di oggetti di oggetti di valore", "pubblici appelli contro lo stato" e "soppressione illegale del confine di stato dell'Azerbaigian".

"Subito dopo aver ricevuto la circolare dall'ufficio centrale nazionale dell'Interpol in Armenia, sono state richieste al segretariato generale dell'organizzazione, le necessarie giustificazioni e spiegazioni, avvertendo che l'Azerbaigian sta cercando ancora una volta di trascinare l'Interpol nell'orbita di problemi politici" ha scritto su Facebook il capo della polizia. Yerevan ritiene che queste azioni minaccino la credibilità dell'Interpol e contraddicano il terzo articolo dello statuto, che recita, che "all'organizzazione è severamente vietato effettuare qualsiasi intervento o attività politica, militare, religiosa o di carattere razziale".

"Il segretariato generale dell'Interpol, riconoscendo fondate le informazioni provenienti dall' Armenia, ha immediatamente reagito e si è rivolto lo stesso giorno ai paesi membri per le informazioni riguardo gli scienziati, in contrasto con il terzo articolo dello statuto dell'organizzazione, ciò non poteva essere effettuato" ha detto il capo della polizia.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала