Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

ONU commenta riconoscimento russo dei passaporti delle repubbliche separatiste in Donbass

© Sputnik . Igor Maslov / Vai alla galleria fotograficaPassports of the Donetsk People's Republic
Passports of the Donetsk People's Republic - Sputnik Italia
Seguici su
Gli abitanti del Donbass hanno bisogno di un passaporto ma questo non deve contraddire gli accordi di Minsk, ha dichiarato l’Alto Commissario delle Nazioni Unite per i rifugiati Filippo Grandi.

In precedenza, il presidente Vladimir Putin ha firmato un decreto sul riconoscimento da parte della Russia dei documenti rilasciati ai residenti di alcune regioni di Donetsk e Lugansk delle regioni dell'Ucraina. Come affermato dal Ministro degli Esteri Sergey Lavrov, le autorità sono state guidate esclusivamente da preoccupazioni umanitarie.

"Da un lato, è importante che la gente riceva dei documenti. Ma d'altra parte, è impossibile prendere misure che non siano conformi con il trattato di pace di Minsk. Non sto dicendo che questa sia una tappa verso questa direzione, per favore non mi fraintendete. Ma dobbiamo ricordare che il compito principale è di raggiungere un accordo" ha detto Grandi in un'intervista con il "Kommersant".

Detto questo il Commissario ha ricordato il passaporto Nansen, che in passato fu rilasciato dalla Società delle Nazioni agli apolidi e ai senza documenti.

Alle riunioni all'inizio di aprile 2014 gli abitanti delle regioni di Donetsk e Lugansk non hanno riconosciuto la legittimità del colpo di stato di febbraio in Ucraina, e hanno annunciato la creazione di "repubbliche popolari". Dopo un referendum, che ha avuto luogo nel maggio dello stesso anno, le repubbliche hanno dichiarato la propria sovranità, formando i propri governi, e nel mese di novembre si sono svolte le elezioni.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала