Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

“Violenza e saccheggi rendono difficile reintegrazione del Donbass in Ucraina”

© AP Photo / Mstyslav ChernovCombattenti del battaglione paramilitare ucraino "Azov"
Combattenti del battaglione paramilitare ucraino Azov - Sputnik Italia
Seguici su
Le forze di sicurezza ucraine si comportano nel sud-est del Paese come occupanti, in questo modo è improbabile la reintegrazione del Donbass all'interno dell'Ucraina, ritiene il vicepresidente della commissione Difesa e Sicurezza della camera alta del Parlamento russo Franz Klintsevich.

In precedenza il rappresentante ufficiale delle milizie dell'autoproclamata Repubblica Popolare di Lugansk (LNR) Andrey Marochko aveva riferito che le forze di sicurezza ucraine hanno requisito ed occupato le case dei civili lungo la linea di contatto nel Donbass.

"Occupando le case di civili e con i saccheggi, le forze di sicurezza ucraine si comportano nelle zone da loro controllate nel Donbass come forze di occupazione straniere in un territorio ostile, non cercano nemmeno di nasconderlo," — ha dichiarato Klintsevich a Sputnik oggi.

Secondo il senatore, quello che accade ricorda gli anni '40, quando l'Ucraina era occupata dai nazisti.

"Esattamente c'è lo stesso rapporto con la popolazione locale, trattata come cittadini di seconda classe. Personalmente non riesco ad immaginare come l'Ucraina possa reintegrare il Donbass, dubito che sia ancora possibile. Almeno dovrebbe cambiare molto, soprattutto nella stessa Ucraina," — ha concluso.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала