Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

“La Russia non è una minaccia per l'Europa, pericoli si trovano in casa”

© flickr.com / Hani AmirUna donna musulmana
Una donna musulmana - Sputnik Italia
Seguici su
Mosca non è interessata ad un conflitto con l'Europa e la NATO, "la minaccia russa" è stata coniata dalle élite europee per giustificare le spese militari, ha dichiarato in un'intervista con il corrispondente del portale Atlantico il politologo francese Roland Lombardi.

Secondo Lombardi, in questo momento Bruxelles dovrebbe riflettere non sui rischi esterni, ma sui pericoli interni, perché rappresentano un reale pericolo.

Secondo il ragionamento di Lombardi, le " contrazioni di muscoli" di Mosca osservate in Occidente sono legate soprattutto con la politica di Bruxelles e della NATO, che costantemente effettua esercitazioni vicino ai confini russi, pertanto "non sono sorprendenti".

"Putin ricorda che mantiene cautela e resta vigile, — ha dichiarato l'analista. — Allo stesso tempo il presidente russo è consapevole che non può permettersi il lusso di un conflitto con la NATO in Europa. Inoltre non credo che la nuova amministrazione a Washington voglia iniziare una terza guerra mondiale per il bene dell'Ucraina".

"Per essere seri, la Russia non è una minaccia né per la Francia né per l'Europa. Abbiamo una sorta di "spirito di Monaco" (patti di Monaco con cui l'Europa riconosceva l'aggressività della Germania nazista ndr) che ritroviamo in quelli che in nome di un falso ideologico si rifiutano di riconoscere che in Europa ci sono solo tre vere minacce: il salafismo (Islam radicale), la crisi migratoria (la più grande crisi geopolitica nella storia recente europea) ed infine le nostre debolezze," — ha concluso Lombardi.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала