Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La schizofrenia sanzionatoria dei paesi occidentali non è ancora finita, dice Naryshkin

© Sputnik . Vladimir Sergeev / Vai alla galleria fotograficaBandiere di Russia e UE
Bandiere di Russia e UE - Sputnik Italia
Seguici su
L'epopea delle sanzioni, diffusa nel gruppo dei paesi occidentali, non è ancora finita, ha riferito a Ria Novosti martedì il direttore del Servizio di intelligence esteri russo Sergheij Naryshkin.

Naryshkin ha aaggiunto che "è vecchia come il mondo" la storia del protezionismo e che sanzioni economiche ed industriali sono tuttora attuali e dimostrative.

Le relazioni tra la Russia e l'Occidente sono peggiorate nel 2014 a causa della situazione in Ucraina. All'inizio i paesi dell'Ue, gli Stati Uniti e il Canada hanno imposto sanzioni individuali contro persone fisiche. Poi hanno intrapreso misure restrittive settoriali. In risposta la Russia ha limitato l'importazione di prodotti alimentari dai paesi che hanno imposto le sanzioni.

Kiev ha ripetutamente accusato Mosca di ingerenza negli affari dell'Ucraina. La Russia nega e definisce simili accuse inaccettabili. Mosca ha ripetutamente affermato che non è parte del conflitto interno del Paese a sud-est ed spera che l'Ucraina superi la crisi politica ed economica.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала