Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Polskie Radio: “Trump e Putin si dividano l'Ucraina, ma non tocchino la Polonia”

© REUTERS / Kacper PempelUn soldato polacco di fronte alle bandiere degli USA, della Polonia e della NATO a Swidwin in Polonia del Nord
Un soldato polacco di fronte alle bandiere degli USA, della Polonia e della NATO a Swidwin in Polonia del Nord - Sputnik Italia
Seguici su
I polacchi soffrono di "falsi ricordi", pertanto qualsiasi tentativo di accordo tra l'Occidente la Russia viene percepito come una violazione della sua indipendenza, ha dichiarato in onda su Polskie Radio il politologo Michal Kuź.

Ma questa volta sarà sul tavolo dei negoziati tra Mosca e Washington ci saranno la Crimea e le sanzioni, pertanto la Polonia può restare tranquilla, è convinto l'esperto.

"Possiamo aspettarci che come molti dei suoi predecessori Donald Trump cercherà di trovare un accordo con la Russia. Ma vorrei sottolineare che potrebbe complicare il corso della nostra politica orientale. Ciononostante la Polonia non è tirata in ballo nell'accordo. Inoltre non riguarda né la nostra sovranità, né l'appartenenza a qualsiasi sfera di influenza," — ha assicurato in un'intervista a Radio Polskie il politologo Michal Kuź.

"Non giova ai nostri interessi che la Russia danneggi fortemente l'Ucraina, ma non è nemmeno nel nostro interesse che la questione degeneri in un conflitto militare tra NATO e Russia, perché in questo caso saremo il Paese sulla linea del fronte," — conclude nell'intervista a Polskie Radio l'analista politico Michal Kuź.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала