Cremlino rivela i dettagli della telefonata tra Putin e Trump

© REUTERS / Jonathan ErnstU.S. President Donald Trump (from L), joined by Chief of Staff Reince Priebus, Vice President Mike Pence, National Security Advisor Michael Flynn, Communications Director Sean Spicer and senior advisor Steve Bannon, speaks by phone with Russia's President Vladimir Putin in the Oval Office at the White House in Washington, U.S. January 28, 2017
U.S. President Donald Trump (from L), joined by Chief of Staff Reince Priebus, Vice President Mike Pence, National Security Advisor Michael Flynn, Communications Director Sean Spicer and senior advisor Steve Bannon, speaks by phone with Russia's President Vladimir Putin in the Oval Office at the White House in Washington, U.S. January 28, 2017 - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
La telefonata tra il capo di Stato russo Vladimir Putin e il presidente degli Stati Uniti Donald Trump è da considerarsi positiva. I due presidenti hanno discusso della lotta contro il terrorismo, del conflitto siriano e della situazione in Ucraina, segnala l'ufficio stampa del Cremlino.

I presidenti si sono scambiati inoltre le opinioni sulle principali questioni delle relazioni bilaterali. Hanno convenuto sulla necessità di lavorare per la normalizzazione dei rapporti e per lo sviluppo delle relazioni russo-americane in condizioni di parità.

"Da entrambi le parti è emersa la propensione per lavorare attivamente insieme sulla normalizzazione e sullo sviluppo delle relazioni russo-americane in una base costruttiva, paritaria e reciprocamente vantaggiosa," — si legge nel comunicato del Cremlino.

I presidenti hanno osservato l'importanza del recupero delle relazioni commerciali ed economiche tra le comunità imprenditoriali dei due Paesi.

Putin e Trump hanno discusso anche della cooperazione nella lotta contro il terrorismo islamico.

Il presidente russo ha sottolineato di considerare gli Stati Uniti un partner essenziale nella lotta contro il terrorismo internazionale.

Inoltre Trump e Putin hanno parlato della situazione in Medio Oriente e del conflitto arabo-israeliano. Inoltre sono stati toccati gli argomenti della stabilità strategica e della non proliferazione, così come le conseguenze dell'accordo sul programma nucleare iraniano e la situazione nella penisola coreana.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала