Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

La NATO rifiuta richiesta di adesione Ucraina

© Sputnik . Mikhail Markiv / Vai alla galleria fotograficaBandiere dell'Ucraina e della NATO
Bandiere dell'Ucraina e della NATO - Sputnik Italia
Seguici su
La NATO non ha dato il consenso sull'adesione dell'Ucraina. L'organizzazione ha voluto continuare una collaborazione che non necessita di obblighi reciproci né da una che dell'altra parte. Lo ha riferito al quotidiano “Izvestia” da una fonte militare.

Ricordiamo che l'adesione di Kiev alla NATO rimane, secondo il presidente ucraino Petro Poroshenko, un "obiettivo strategico". Tuttavia, nonostante il livello di cooperazione, come dice lui "senza precedenti" con i paesi membri dell'Alleanza, l'Ucraina nella NATO non verrà accettata.

Come si spiega questa precauzione eccessiva per quanto riguarda l'adesione alla NATO dell'Ucraina e com'è divisa l'opinione sull'argomento all'interno dell'organizzazione? Ne parla Xavier Moreau, specialista su l'Ucraina e fondatore del portale "Stratpol" dedicato all'analisi geo-strategica.

"Le opinioni in seno alla NATO sulla questione dell'Ucraina sono state divise per lungo tempo. Questo è già stato discusso nel 2004, quando ci fu la prima rivoluzione arancione: la Germania e la Francia non hanno voluto l'Ucraina nella NATO e oggi la situazione è la stessa. La domanda di adesione dell'Ucraina all'Unione Europea o alla NATO non è mai stata in piedi".

"E' evidente che a causa del Donbass nessuno mai vorrà prendere l'Ucraina nella NATO. Proprio di questo parla il primo presidente ucraino Leonid Kravchuk: ovvero cedere la Crimea e una parte del Donbass, appartenente alle repubbliche autoproclamate di Donetsk e Luhansk, in modo che l'Ucraina possa entrare a far parte della NATO. Finché ci sarà la disputa territoriale, non si potrà far parte dell'alleanza, perché per questo serve avere un territorio ben definito. Vale lo stesso problema per la Georgia: l'unica maniera per entrare nella NATO è di rinunciare alle proprie pretese sull'Ossezia del sud e sull'Abcasia. Oggi in Ucraina c'è il massimo, cioè un aiuto militare da parte dei membri della NATO, in primo luogo dagli Stati Uniti e dal Canada, e ancora, purtroppo, da Francia, Germania e Polonia. Questo è tutto quello che l'Ucraina avrà, e in ogni caso oggi nessuno vuole più continuare a finanziare la guerra in Ucraina".

NATO - Sputnik Italia
Media: la NATO non sta valuntando l’ingresso dell’Ucraina nell’Alleanza
L'impressione è che l'Ucraina abbia il piede in due scarpe: e' distante dalla Russia, ma l'UE e la NATO non vogliono dare veramente una mano. Il ruolo che l'Ucraina oggi può assumere, scegliendo fra occidente e oriente, è quello dello stato cuscinetto, oppure del ponte tra Europa orientale e occidentale?

"Credo che oggi l'Ucraina non è in grado di fare niente. Il compito principale dell'Ucraina ora è di salvare sé stessa come stato, il che non è affatto garantito. Oggi la divisione dell'Ucraina in tre parti (Ucraina centrale, Ucraina occidentale e la così detta Novorossja, sarebbe a dire il territorio da Odessa a Kharkov) sembra essere abbastanza possibile, in modo che la preoccupazione principale dell'Ucraina dovrebbe essere la salvezza di ciò che si può ancora salvare, e questo non sarà fatto in ambito di qualche alleanza militare. Oggi l'Ucraina non è un ponte, è una sorta di zona extralegale, un luogo debole in Europa, dove tutti creano problemi dei quali tutti avrebbero voluto liberarsi".

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала