“Raus!” La reazione dei tedeschi al dislocamento dei tank USA

Seguici suTelegram
Nelle interviste raccolte dalla stazione radio Rundfunk Berlin-Brandenburg tra gli abitanti di Cottbus, il passaggio dei carri armati americani attraverso la città è stato bollato come una "provocazione"; inoltre è stato chiesto di mettere fine all'escalation contro la Russia.

Un cittadino anziano ha osservato che l'immagine dei carri armati in marcia verso est "gli ha suscitato orrore" e fatto ricordare la sua infanzia, quando le colonne della Wehrmacht avanzavano verso il confine occidentale dell'URSS.

Allo stesso tempo ritiene che la paura di Varsavia nei riguardi di Mosca sia "chiaramente esagerata". "Non credo che la Russia possa attaccare la Polonia," — ha risposto al giornalista della radio.

Il secondo intervistato ha dichiarato che la Germania non ha nemmeno provato a cercare il dialogo con la Russia ed il rafforzamento militare vicino al confine russo è una "provocazione".

"Penso sia sbagliato," — ha detto.

Un altro cittadino di Cottbus ha chiesto che i "cosiddetti amici" della Germania "si levino di torno". La sua preoccupazione è che i carri armati americani restino a 100 chilometri dal confine tedesco.

"Non so per quanto tempo Putin starà solo a guardare. Dobbiamo instaurare un dialogo conciliante. Non abbiamo bisogno di un confronto," — ha affermato nell'intervista con la radio locale.

I carri armati americani, consegnati all'inizio dell'anno nel porto tedesco di Bremerhaven, il 12 gennaio sono stati arrivati nella città polacca di Zagan. Questi mezzi militari saranno a disposizione della 4° divisione di fanteria degli Stati Uniti formata da 3.500 soldati che resteranno in Europa orientale.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала