Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

“Seul dovrebbe uscire dal caos geopolitico in Corea con l'aiuto della Russia”

Seguici su
Un analista sudcoreano raccomanda al proprio governo, impantanato nel caos in politica estera" di utilizzare la "carta russa".

L'amara verità è che lo stato della politica estera della Corea del Sud è sull'orlo della criticità: le misure punitive della Cina per il dislocamento dei lanciamissili americani THAAD hanno colpito non solo la sfera militare, ma anche quella economica, e il Giappone ritira il suo ambasciatore in Corea per il monumento alle "donne di conforto" davanti al Consolato.

Choi Gang, vice direttore dell'Istituto Asan per gli Studi Politici (The Asan Institute for Policy Studies) in un'intervista con Sputnik oggi ha affermato: "La sicurezza nella penisola coreana dipende da due forze uguali: gli Stati Uniti e la Cina. Tuttavia, data l'opportunità per il miglioramento delle relazioni russo-americane, è alta la probabilità che la Russia possa prendere la parte della Corea".

L'idea di Choi Gang è che invece di un confronto diretto con la Cina o il Giappone si possa utilizzare una strategia di aggiramento.

"Abbiamo bisogno di ottenere il sostegno dei Paesi che possono prendere la posizione della Corea nelle divergenze politiche con il Giappone e la Cina. C'è un'altra variabile: non sappiamo dove porterà gli Stati Uniti il nuovo presidente Trump".

Escluso il Giappone, che molto difficilmente uscirà fuori dall'ombra degli Stati Uniti, l'esperto esorta il governo sudcoreano a sfruttare la "carta russa".

Secondo Choi Gang, "la Russia può trarre il massimo vantaggio dalle discussioni politiche sullo schieramento dei lanciamissili THAAD, così come dai commenti sulle provocazioni della Corea del Nord."

"La teoria del ruolo della Russia", secondo l'esperto, "è necessaria per creare una via di fuga nella politica estera della Corea, estendendola nella direzione russa."

L'esperto propone di avere legami più stretti con la Russia per mitigare il caos in politica estera. "Troveremo un'uscita di sicurezza solo nel caso in cui l'inviato speciale del ministero degli Esteri per la pace e la sicurezza in Corea Kim Hong-Kyun si recherà in Russia per sollevare la questione della cooperazione economica con Seul e chiedere assistenza nella politica nei confronti di Cina e Giappone."

"La Corea si considera membro della struttura trilaterale, composta solo da Corea, Stati Uniti e Cina, questo è un errore."

"E' incombente la necessità di sviluppi strategici che coinvolgano le relazioni russo-americane in vista di una possibile pressione sulla Cina."

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала