In Germania si pensa all'arresto preventivo dei potenziali islamisti

Seguici suTelegram
Il ministro della Giustizia tedesco Heiko Maas propone di arrestare preventivamente i potenziali radicali islamici, anche se nei loro confronti non vengono riscontrate specifiche violazioni della legge.

Secondo il ministro, è necessario ottimizzare le condizioni per poter arrestare questa categoria di cittadini.

"Fino ad un massimo di 18 mesi è possibile la custodia cautelare anche ora," — ha detto Maas in onda sul canale ARD.

Al momento i servizi segreti tedeschi tengono aggiornato un registro degli islamisti nel Paese, compresi quelli da cui deriva un grave potenziale rischio, ma come prassi non vengono arrestati dalle autorità senza motivazioni valide.

Nel caso di Anis Amri, il cittadino tunisino autore della strage ad un mercatino natalizio a Berlino, a lungo era stato schedato dalle forze dell'ordine, ma non era stato arrestato.

Nella sera del 19 dicembre un camion si è scagliato contro un mercatino natalizio nel centro di Berlino: 12 persone sono rimaste uccise, 48 sono stati i ricoverati in ospedale. Le autorità tedesche hanno dichiarato che si trattava di un attacco terroristico. Secondo la Reuters, l'attaccoè stato rivendicato dall'ISIS. Il sospetto autore della strage di Berlino, il 24enne tunisino Anis Amri, è stato dichiarato subito latitante. Successivamente è stato ucciso in Italia in una sparatoria con la polizia.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала