Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Media: Ministero della salute vuole vietare la vendita di sigarette ai nati dopo il 2014

© flickr.com / DucDigitalSmoking
Smoking - Sputnik Italia
Seguici su
Il Ministero della salute ha preparato una politica anti-fumo, che vieta la vendita di tabacco a persone nate dopo il 2014 e le restrizioni rimarranno anche dopo il raggiungimento della maggiore età, scrive il giornale "Izvestia".

Come scrive il giornale, con riferimento al testo della legge anti-fumo, il divieto entrerà in vigore nel 2033.

Questo maggio ne aveva parlato il capo del Ministero, Veronika Skvortsova.

"Il documento prevede l'imposizione di un divieto totale di fumare tabacco negli appartamenti comunali, su tutti i tipi di trasporto su strada comprese le automobili… e alle fermate del trasporto pubblico… L'innovazione più importante potrebbe essere però il divieto di vendita di tabacco ai nati nel 2015 e più tardi, anche dopo che avranno raggiunto la maggiore età" scrive il giornale.

"Izvestia" riporta i dati del Ministero della salute, secondo cui la perdita di anni potenziali di vita in età lavorativa a causa del fumo è in media di nove anni negli uomini e di 5,6 anni nelle donne. La perdita di profitti nella produzione del PIL è stata stimata dai funzionari a circa il due per cento.

Nel 2013 in Russia è stato adottata la legge "anti-fumo" secondo la quale il fumo è stato prima vietato negli stadi, nelle scuole, nelle università e negli ospedali, nei parchi giochi e negli aerei. Inoltre è stata vietata la pubblicità e la promozione della vendita di tabacco.

Nell'estate del 2014, le autorità hanno vietato di fumare negli alberghi, nei bar, nei ristoranti, nei treni, nelle stazioni ferroviarie e negli aeroporti. Il giornale cita i dati dell'indagine, secondo la quale nel 2016 la prevalenza del consumo di tabacco era pari al 33%, mentre nel 2009 il tasso era pari al 39%.

In Russia dal primo gennaio sono aumentate le aliquote delle accise sul tabacco. Secondo una valutazione del Ministero delle finanze, questo porterà ad un aumento del 10% del prezzo medio di un pacchetto di sigarette nel 2017, e nei prossimi tre anni del 27%.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала