Arabia Saudita nel mirino dei terroristi

© AP Photo / Mirwais Khan, FileFile, In this Aug. 15, 2016 photo, Taliban suicide bombers stand guard during a gathering of a breakaway Taliban faction, in the border area of Zabul province, Afghanistan
File, In this Aug. 15, 2016 photo, Taliban suicide bombers stand guard during a gathering of a breakaway Taliban faction, in the border area of Zabul province, Afghanistan - Sputnik Italia
Seguici suTelegram
Il Ministero degli interni dell’Arabia Saudita sabato sera ha annunciato l’eliminazione di due guerriglieri durante una operazione speciale a nord di Riyadh nel villaggio di “Al-Yasmin”, i quali presumibilmente sono affiliati allo “Stato Islamico” riporta l’Associated Press.

Secondo la dichiarazione di un rappresentante del Ministero degli interni, l'operazione ha permesso di evitare la preparazione nel paese di un attacco terroristico.

I criminali, Salim ben Yaslam al Sairi e Talal ben Samran al Saidi hanno provato a fuggire. Sono stati eliminati in uno scontro a fuoco con le forze dell'ordine.

Zeitungen (Symbolbild) - Sputnik Italia
I media tedeschi rompono il silenzio: l’Arabia Saudita ha finanziato i terroristi nella UE
L'investigatore per le attività terroristiche Omar Badr Al-Din ha dichiarato in una intervista con "Sputnik" che non è un caso che l'anno abbia avuto  inizio con un tentato attacco terroristico in Arabia Saudita. Se l'esercito iracheno riuscirà a liberare completamente Mosul dai terroristi, i criminali fuggiranno dalla regione in cerca di un nuovo rifugio nel prossimo futuro. Molti di loro imbracciando le proprie armi e la loro esperienza verranno in Arabia Saudita.

Secondo l'investigatore "le Forze di Sicurezza dell'Arabia Saudita hanno fatto un buon lavoro eliminando Salim al Sairi. Era ricercato con l'accusa della produzione di una cinture esplosive, usate in molti attentati terroristici. Inoltre, lavorava con al-Saidi, anche lui ucciso dalla polizia, in una casa che era stata trasformata in un laboratorio per la produzione di cinture per attentati suicidi".

"In precedenza, il leader del gruppo terrorista" dello Stato Islamico "Abu Bakr al-Baghdadi aveva dichiarato di voler unire al proprio regno i paesi del Golfo", ha detto a "Sputnik" Omar al-Din. "Forse ora ha iniziato a tradurre le proprie parole in azioni e ha dato l'ordine di attivare i terroristi in Arabia Saudita".

Secondo l'interlocutore dell'agenzia, nel Regno Saudita si preparano numerosi attacchi terroristici. Presto nel paese arriveranno migliaia di pellegrini per l'hajj e umrah (piccolo pellegrinaggio, riguardante la visita della Mecca, ma non nel mese dell'haji, ma in qualsiasi altro momento). Le forze di sicurezza saudite non hanno dati sufficienti sui terroristi dello Stato Islamico, per tenere traccia di loro in questo enorme flusso di pellegrini.

Secondo il Ministero degli interni del Regno, le forze di sicurezza erano a conoscenza dell'imminente attacco, e all'alba di sabato le forze dell'ordine hanno isolato l'area intorno alla casa occupata dai terroristi e gli è stato ordinato di arrendersi. Essi hanno rifiutato e ed è iniziato l'intenso scontro a fuoco tra la polizia e i terroristi che cercavano di fuggire. Secondo la normativa era necessario uccidere i terroristi, perché indossavano cinture esplosive e rappresentavano un grande pericolo per i residenti.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала