Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Intelligence americana ha accusato personalmente Putin di hacking

© AP Photo / Carolyn KasterCIA
CIA - Sputnik Italia
Seguici su
La CIA, la NSA e l'FBI hanno pubblicato un rapporto congiunto, dedicato all'"intervento della Russia" durante le elezioni presidenziali negli USA.

Il documento, secondo gli autori, spiega "le motivazioni e intenzioni" di Mosca nelle elezioni presidenziali e il loro impatto sull'opinione pubblica americani con l'aiuto di cyberstrumenti e campagne mediatiche. Gli autori sostengono che le autorità russe hanno cercato di impedire ad Hillary Clinton di diventare presidente, "denigrandola" agli occhi dei cittadini americani per minare il processo democratico americano.

L'ordine di questa "campagna" presumibilmente è stato dato personalmente da Vladimir Putin. Lui in persona, con la collaborazione del governo russo, ha cercato di aumentare le probabilità di vittoria di Donald, ritiene l'intelligence americana. Dal punto di vista della CIA, FBI e NSA, la Russia ha fatto ricorso ad attacchi di hacker, "mediazione terzi", nonché attività mediatiche e troll a pagamento.

"Crediamo che Mosca applicherà gli stessi metodi appresi durante le elezioni americane, per ulteriori tentativi di influenza negli altri Paesi del mondo, tra cui i processi elettorali degli alleati USA" riassumono gli autori del rapporto.

Vladimir Putin in autunno ha commentato le accuse di hacking, dicendo che tra i dati pubblicati dagli hacker, non c'è nulla nell'interesse della Russia.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала