Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Il ministro libanese ha parlato del progetto di fornitura di armi russe

© REUTERS / Mohamed AzakirIl primo ministro di Libano Tammam Salam
Il primo ministro di Libano Tammam Salam - Sputnik Italia
Seguici su
Il Libano spera di avviare al più presto il progetto, con un importo di oltre 0,5 miliardi di dollari, per la fornitura di carri armati e missili dalla Russia, ha detto in un'intervista a Sputnik il ministro per gli affari del presidente libanese, Pier Rafful.

Il Libano verso la fine dello scorso anno, è uscito da due anni di crisi politica con le elezioni presidenziali, vinte dal generale Micheal Aun e dalla sua formazione di governo. In precedenza l'ambasciatore libanese in Russia, Shauki Nassar, ha detto a Sputnik che il Libano è interessato alla fornitura di armi russe per combattere i terroristi. In particolare, Beirut ha chiesto di fornitura di anti-missili Kornet, cannoni e carri armati T-72. Ha anche detto che le richiese nel dettaglio sono al vaglio degli esperti.

"C'è un progetto per un importo di oltre mezzo miliardo di dollari per rafforzare il potere dell'esercito libanese con armi russe, tra cui carri armati, missili e altri impianti. Speriamo che questa domanda possa intensificare le condizioni di clima positivo prevalenti adesso"  ha detto Rafful, aggiungendo che Libano e Russia convergono nel comune, strategico compito di combattere il terrorismo. Anche la sfera petrolifera è una priorità per il nuovo governo e oggetto di interesse di collaborazione con la Russia.

"Le società russe sono state le prima ad arrivare con offerte per partecipare a gare d'appalto per gas e petrolio, alcune sono già consorziate" ha detto il ministro, aggiungendo che la questione sarà sviluppata nei prossimi mesi.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала