Obamacare nel mirino della nuova amministrazione Trump

Seguici suTelegram
La prima azione del nuovo presidente degli Stati Uniti Donald Trump sarà l'abolizione della riforma sull'assicurazione sanitaria obbligatoria voluta dal presidente uscente Barack Obama, nota come Obamacare, ha dichiarato il futuro vicepresidente Mike Pence.

"E' tempo di realizzare le promesse, il primo passo è cancellare l'Obamacare",

— ha detto oggi Pence dopo un incontro con i repubblicani della Camera dei Rappresentanti dedicato alla riforma del sistema di assicurazione sanitaria obbligatoria degli Stati Uniti voluta dal presidente uscente.

Secondo Pence, sarà "il primo argomento" nello studio ovale affrontato nel primo giorno del mandato di Trump. L'insediamento del nuovo presidente si svolgerà il prossimo 20 gennaio.

Secondo il futuro vicepresidente, dopo l'abolizione di questa riforma sarà necessaria una transizione "ordinata" verso un sistema sanitario migliore.

Pence ha detto che successivamente avrebbe avuto un incontro con i senatori repubblicani.

Secondo Pence, la nuova amministrazione realizzerà "tutte le promesse della campagna elettorale."

In queste ore anche il presidente uscente Barack Obama sta avendo incontri con i democratici della Camera dei Rappresentanti e del Senato per discutere i modi in cui è possibile proteggere la "Legge sulla medicina a prezzi accessibili" dall'abolizione della maggioranza dei repubblicani al Congresso.

La riforma sanitaria del 2010, nota come Obamacare, prevede sussidi per l'assicurazione sanitaria delle persone a basso reddito. Allo stesso tempo tutti gli americani sono obbligati ad acquistare l'assicurazione sanitaria, che negli Stati Uniti è la più costosa al mondo.

L'Obamacare ha spaccato la società americana. Secondo i sondaggi, circa la metà degli americani ritiene necessario annullarla. Tuttavia circa 20 milioni hanno ottenuto per la prima volta la copertura sanitaria grazie a questa riforma.

La legge è stata approvata solo con i voti dei democratici.

Dopo aver ottenuto la maggioranza nella Camera dei Rappresentanti e poi al Senato, i repubblicani decine di volte hanno votato per cancellare la riforma, tuttavia i loro tentativi sono sempre stati bloccati dal veto presidenziale.

La Corte Suprema ha confermato una serie di aspetti chiave della riforma.

Notizie
0
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала