Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Coalizione internazionale si scusa per vittime civili di bombardamenti in Iraq e in Siria

© flickr.com / The U.S. ArmyBombardamento
Bombardamento - Sputnik Italia
Seguici su
Gli attacchi della coalizione in Iraq e in Siria hanno portato alla morte di 118 civili dall’inizio dell’operazione antiterrorismo contro lo “Stato Islamico” comunica il quartier generale della coalizione.

"Attualmente sulla base delle informazioni disponibili, il quartier generale della coalizione è giunto alla conclusione che dall'inizio della campagna di bombardamenti contro i terroristi sono morti 188 civili. Siamo dispiaciuti per la loro morte e esprimiamo il nostro cordoglio alle loro famiglie", si legge nel messaggio.
Si sottolinea che la coalizione ha ritenuto inattendibili la maggior parte dei dati, ricevuti nel mese di novembre, sulla morte dei civili a causa dei bombardamenti.

"A novembre 2016 il quartier generale della coalizione ha ricevuto 16 nuovi rapporti, contenenti 7 nuovi comunicati sulle possibili vittime tra la popolazione civile a causa dei bombardamenti della coalizione in Iraq e in Siria" si legge nel messaggio. Nel comunicato viene indicato che "13 di questi rapporti sono stati definiti inaffidabili, cinque come validi e altri cinque sono in fase di valutazione."

Tutti e cinque i casi "affidabili" hanno avuto luogo a novembre dello scorso anno. Si tratta dei bombardamenti nelle regioni delle città irachene di Yunus-Shahid al-Sab (6 novembre) e Mosul (26 e 29 novembre), e di quelle siriane di Al-Salah (21 novembre) e Raqqa (26 novembre).

"In ognuno di questi casi, come dimostra l'indagine, nonostante tutte le precauzioni, purtroppo, ci sono state vittime civili" è stato detto nel comunicato.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала