Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Ministero degli esteri vede presupposti per sbloccare relazioni bilaterali USA-Russia

© Sputnik . Maksim BlinovIl ministero degli Esteri a Mosca
Il ministero degli Esteri a Mosca - Sputnik Italia
Seguici su
Ci sono tutti i presupposti, al fine di uscire dalla situazione di stallo nelle relazioni USA-Russia creata dall'attuale amministrazione degli Stati Uniti, ha detto in un'intervista con RIA Novosti il portavoce del Ministero degli esteri russo Maria Zakharova.

La rappresentante del Ministero, ha dichiarato che le autorità russe anche con la stessa amministrazione USA, la quale "assolutamente non nascondeva la sua politica anti-russa su molte questioni", hanno lavorato per "cercare di trovare quei punti in comune con i quali ristabilire un dialogo, anche se erano pronti a ristabilire una vera e propria cooperazione".

"Ci sono questioni sulle quali non possiamo restare impassibili. Ma la nostra posizione fondamentale è questa: non importa quanto sia difficile il partner, è necessario lavorare con esso, perché uno stallo dei lavori porta solo a un ulteriore peggioramento delle relazioni. Dunque come abbiamo detto e continueremo a ribadire: lavoreremo con qualsiasi squadra. Adesso dobbiamo uscire dal vicolo cieco, che ha portato le relazioni USA-Russia allo stallo, e per questo ci sono tutti i presupposti" ha detto il rappresentante ufficiale del Ministero degli esteri russo.

Maria Zakharova - Sputnik Italia
Zakharova: sensazione che democratici cerchino di vendicarsi per la vittoria di Trump
Gli Stati Uniti questo giovedì hanno imposto delle sanzioni nei confronti dell'intelligence russo e contro un certo numero di individui, istituti e aziende russi, accusandoli di "ingerenza nelle elezioni", inoltre annunciado l'espulsione di 35 diplomatici russi, che Obama ha definito "dipendenti dei servizi segreti russi."

Il Cremlino ha considerato tali azioni come un atto di "aggressione prevedibile da delle persone, che tra tre settimane andranno via", le quali vogliono danneggiare la nuova amministrazione del neoeletto presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, che entrerà in carica il 20 gennaio.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала