Registrazione avvenuta con successo!
Per favore, clicca sul link trasmesso nel messaggio inviato a

Stratfor: crepe nel fronte anti-russo e previsioni per il 2017

© Sputnik . Valeriy MelnikovIl carro armato T-90 è il più avanzato dell'esercito russo, in servizio dal 1995.
Il carro armato T-90 è il più avanzato dell'esercito russo, in servizio dal 1995. - Sputnik Italia
Seguici su
Nel 2017 la Russia avrà la possibilità di cambiare il bilancio delle forze in Eurasia a proprio vantaggio ritengono gli analisti del Centro di analisi privato di ricerca americano Stratfor.

Il miglioramento della posizione internazionale della Russia è legato ai cambiamenti della politica degli Stati Uniti e dell'Unione Europea, e la rivalutazione dei rapporti con alcuni paesi della CSI.

Nell'ultimo anno nel fronte occidentale antirusso sono iniziate ad apparire delle crepe ritengono gli autori dell'articolo. Il referendum di giugno in Regno Unito per l'uscita dall'Unione Europea e l'elezione di Donald Trump in USA potrebbero cambiare le relazioni tra Mosca e Washington. Inoltre l'UE è minacciata da una grave spaccatura se, alle elezioni in Francia, in Germania, nei Paesi Bassi e forse in Italia, dovesse vincere la leadership in opposizione alla dirigenza europea corrente. Tutto questo dà alla Russia una vera possibilità di raggiungere i propri obiettivi, il principale dei quali è la revoca delle sanzioni economiche, dice l'articolo.

Nell'area post-sovietica l'influenza di Mosca aumenterà ulteriormente ritiene Stratfor. I paesi che hanno sempre sostenuto Mosca come Bielorussia, Armenia, Kazakistan, Tagikistan e Kyrgyzstan vogliono rafforzare ulteriormente la cooperazione, mentre l'influenza dell'UE su questi paesi è diminuita. In Azerbaijan e Uzbekistan il ruolo della Russia è sempre più importante nell'ambito della sicurezza. In generale l'attività della CEEA e CSTO, più importanti organizzazioni in Unione Sovietica, nel 2017 dovrebbe aumentare.

Anche se gruppi influenti negli Stati Uniti e in UE lottano attivamente contro il ritiro delle sanzioni e le truppe della NATO non scompariranno dal confine russo, le prospettive di Mosca per ottenere un significativo miglioramento nella sua posizione e nelle sue relazioni con l'Occidente è ancora molto grande, evidenzia Stratfor.

Notizie
0
Prima i più recentiPrima i più vecchi
loader
LIVE
Заголовок открываемого материала
Per partecipare alla discussione
accedi o registrati
loader
Chats
Заголовок открываемого материала